IL DESIDERIO DI NATALE

“La scuola no, ma lo shopping natalizio sì: è vergognoso” parola di Anita e Lisa

iù che vergognoso, appare tutto fortemente paradossale. Già, perché Anita e Lisa fanno notare che i ragazzi si stanno già incontrando e lo fanno proprio nei centri commerciali.

“La scuola no, ma lo shopping natalizio sì: è vergognoso” parola di Anita e Lisa
Cronaca Torino, 01 Dicembre 2020 ore 17:30

“Delusione pura” Anita e Lisa, ormai famose (loro malgrado) per essere le paladine della didattica in presenza, hanno commentato così la scelta della Regione Piemonte di riaprire i negozi prima delle scuole.

Vergognoso e paradossale

Shopping sì, tornare a scuola no? E’ vergognoso dicono ai microfoni di Sky Tg24. Ma più che vergognoso, appare tutto fortemente paradossale. Già, perché Anita e Lisa fanno notare che i ragazzi si stanno già incontrando e lo fanno proprio nei centri commerciali. Sì, perché il loro bisogno è quello di vedersi fisicamente e non serve scomodare nessun esperto psicologo per capire le loro ragioni.

GUARDA L’INTERVISTA:


Il desiderio di Natale

Cosa manca ai ragazzi? I compagni, i prof, le lezioni, la socialità, “tutto” dicono le ragazze portavoce di un’intera generazione costretta e vedersi su schermi piatti ormai da quasi un anno. E allora non è difficile immaginare il desiderio di questo strano Natale: tornare a scuola e a tutto il mondo che rappresenta per un adolescente.

 

LEGGI ANCHE:

La lotta di Anita contro la Dad si allarga: stamattina in 20 a protestare fuori dal Gioberti

Per evitare un “Anita bis” la preside vieta la DAD davanti a scuola

La telefonata della ministra Azzolina ad Anita che segue la “dad” fuori da scuola

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità