Svolta politica verso le elezioni 2021

M5S dà il benservito a Casaleggio e si affida alla società torinese “Avventura Urbana”

Gli Stati Generali dei grillini in mano a una società torinese molto seria e quotata, la Avventura Urbana. Di Maio sempre più... "comandante".

M5S dà il benservito a Casaleggio e si affida alla società torinese “Avventura Urbana”
Politica Torino, 12 Novembre 2020 ore 10:51

Il M5S dà il benservito a Casaleggio e affida i propri Stati Generali a una società torinese, la “Avventura Urbana”. Si conclude così anche formalmente il lungo dissidio che lacerava molti grillini al loro interno con la società “Casaleggio & Associati” che diede i natali al movimento pentastellato.

Una brusca sterzata

Fra l’altro questa decisione rappresenta davvero una brusca sterzata per la politica diciamo così… “ideologica” del M5S, visto che Avventura Urbana viene da molti inserita nella galassia Benetton. I miliardari di Treviso, infatti, sono sempre stati un po’ nel mirino della base militante grillina: da Autostrade alla Tav passando per altre opere pubbliche molto contestate. Avventura Urbana, infatti, si occupa anche di questo: di ricomporre i conflitti che gli interventi pubblici sul territorio possono far nascere con le comunità locali. Certo non si tratta di venditori di fumo, questo è sicuro. La società torinese è molto quotata e affidabile: annovera fra i propri clienti dei colossi come Lavazza, Anas e Fiera di Milano oltre a molti altre realtà imprenditoriali e produttive. Roba seria, dunque.

la home page ufficiale di Avventura Urbana (da Fb)

Grandi capacità manageriali

Non sono quindi in discussione la professionalità né le capacità manageriali per un compito così difficile, anzi. Quanto piuttosto l’infarinatura per così dire… “politica” che impana i due soggetti (M5S e Avventura Urbana). Infatti, la società di Torino fondata da Andrea Pillon a Iolanda Romano ha finora orbitato attorno a personaggi istituzionali non proprio vicini ai Cinquestelle. Alcuni esempi: si è già detto della proficua collaborazione con i Benetton (da sempre invisi ai grillini), ma ci sono anche collaborazioni con Luciano Violante (ex-presidente della Camera, Pd), con un… “dinosauro” della Prima Repubblica quale Giuliano Amato (società Italia Decide) o Piercarlo Padoan (ministro del Governo Renzi).

Da oggi comanda Di Maio

In realtà, oltre al fatto di gravitare in un’orbita che forse alla base movimentista non piace proprio, il dettaglio che fa fa più scalpore in tutta questa vicenda è un altro. Ovvero: il M5S sta dando il benservito a Casaleggio. Togliendo l’organizzazione degli Stati Generali all’erede di Gianroberto (co-fondatore con Grillo del Movimento) è come se vi fosse una sorta di distacco,  di addio. Non sarà rinnegare, certo, almeno secondo la narrazione ufficiale. Ma una grande novità quella sì. Infine, last but not least come direbbero negli Stati Uniti, a margine del tutto va registrato un nuovo ruolo-guida per Luigi Di Maio. Gli viene ufficialmente riconosciuto che (seppur come primus inter pares) a lui spetterà l’ultima parola sulle decisioni. Tradotto: da oggi Di Maio comanda. E, chissà, senza troppe discussioni…

Politica: la Giunta Appendino “attaccata” a Forza Italia

LEGGI ANCHE: M5S: “Welfare importante, il Governo sia puntuale con i ristori”

Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità