Misure differenziate per le Regioni

Sindaca Appendino: “Importante garantire welfare, il Governo sia puntuale con i ristori”

A proposito di convivenza con il virus, la prima cittadina ha annunciato il potenziamento dei mezzi pubblici: "Si è passati da 12mila corse al giorno a poco meno di 13mila".

Cronaca Torino, 04 Novembre 2020 ore 10:40

La prima cittadina pentastellata affronta diversi argomenti: dal sistema di welfare messo in piedi dalla sua Giunta per sostenere i torinesi che pagano lo scotto economico della seconda ondata, passando per l’importanza di mantenere la parola (e le scadenze) data per l’arrivo dei ristori. In ultimo arriva anche un aggiornamento relativo all’incremento delle corse giornaliere dei mezzi pubblici.

Appendino su welfare e ristori

La sindaca Appendino ha spiegato le ragioni per cui la seconda ondata è peggiore della prima per una grossa fetta di lavoratori.

“Questo momento è differente rispetto alla scorsa volta: abbiamo imprenditori e imprenditrici che hanno investito nell’ottica di rimanere aperti ma ora si trovano comunque costretti a chiudere. Questo cosa pone? Da una parte un’urgenza di tutela economica immediata, dall’altra la necessità delle città di organizzare strutture di accompagnamento per le nuove fasce di povertà che si sono create nella prima fase dell’emergenza. Noi siamo molto concentrati su questo con una rete capillare di welfare che eroghi non solo pacchi spesa, ma anche un’assistenza per aiutare questi nuclei che saranno in grande difficoltà e questo come sindaca di preoccupa di più.”

“Il Governo rispetti le tempistiche”

La prima cittadina parla anche delle difficoltà dei cittadini di fidarsi ancora delle istituzioni, per riguadagnare credibilità è dunque importante che i ristori economici promessi giungano con puntualità.

“Questa seconda fase è ancora più complessa, serve un’iniezione di fiducia. Che possiamo riconquistare con tutele economiche. I bonus promessi devono arrivare nelle tempistiche promesse. Fondamentale è riconquistare la fiducia, mantendendo la parola data.”

Misure differenziate fra Regioni

“Siccome dovremo convivere con il virus per mesi è necessario lavorare in un’ottica di misure differenziate a livello regionale: ogni regione è responsabilizzata rispetto agli interventi che dovranno essere attuati per cercare di uscire da quel livello di rischio. C’è bisogno di responsabilità da parte di tutti, è una sfida che dobbiamo portare avanti tutti insieme e sono certa che i cittadini collaboreranno. A Torino nei mesi scorsi è stato così e sono sicura che continueranno a farlo”

ha poi puntualizzato la sindaca.

Potenziamento dei mezzi pubblici

A proposito di convivenza con il virus, la Appendino nelle scorse ore, attraverso i suoi social, ha annunciato:

Il potenziamento dei mezzi pubblici (iniziato l’altro ieri) ha ottenuto buoni risultati, permettendo il distanziamento sia alle fermate che sui mezzi, garantendo su questi ultimi una capienza inferiore al 50%. Questa tendenza si è confermata già nelle prime ore del mattino e si è mantenuta nel resto della giornata. Si è passati da 12mila corse al giorno a poco meno di 13mila. Qui qualche numero relativo alla linea e alla frequenza di passaggio:
4 ➡️ 5 min
50 ➡️ 9 min
18 ➡️ 6 min
11 ➡️ 7 min
13 ➡️ 5 min
35 ➡️ 9 min
51 ➡️ 12 min
57 ➡️ 12 min
62 ➡️ 8 min

Questo potenziamento si protrarrà, nei giorni feriali e in quelli festivi.

5 foto Sfoglia la gallery
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità