Interviene l'Enpa

Sgomberato il campo rom…restano in “eredità” cani, gatti, galline e pulcini a vagare fra le macerie

E su Facebook scatta la gara di solidarietà per accoglierli.

Sgomberato il campo rom…restano in “eredità” cani, gatti, galline e pulcini a vagare fra le macerie
Torino, 28 Agosto 2020 ore 11:58

La settimana scorsa è stato effettuato lo sgombero del campo rom di via Germagnago con grande soddisfazione della Giunta Appendino e non poche critiche da Regione Piemonte. Nel marasma di polemiche sono rimasti senza padrone tanti animali da cortile che vivevano nell’accampamento e, in seguito al “trasloco”di chi li accudiva, si sono ridotti a vagare fra le macerie. Fortunatamente si è fatta carico della situazione Enpa Torino.

Sgomberato il campo rom: animali abbandonati senza padrone

“Sgombero campi rom di Via Germagnano: cani, gatti, galline abbandonati...tanto lavoro sotto il sole, cercando di recuperarli tra montagne di rifiuti. Grazie ai dipendenti ENPA per lo sforzo e l’impegno dimostrato anche oggi, giorno in cui abbiamo salvato 13 gatti e 1 gallina. Un grosso ringraziamento anche alla Leidaa sezione Torino, nella persona di Anna Perruchon, per il sostegno e la collaborazione offertoci, e all’Associazione Vivi Gli Animali, che ha accolto le galline recuperate in questo giorni. E domani si ricomincia!!!”

Sgombero campi rom di Via Germagnano: cani, gatti, galline abbandonati…tanto lavoro sotto il sole, cercando di…

Pubblicato da E.N.P.A. Torino su Giovedì 27 agosto 2020

L’intervento dell’Enpa

Provvidenziale è stato quindi l’intervento dell’Enpa di Torino che – in risposta al commento su Facebook di un cittadino che si rendeva disponibile a prendere con sè galline e pulcini – fa sapere che i volatili sono già stati accolti da Vivi gli animali di Collegno. Sono ancora in atto le operazioni di “recupero” delle bestiole da parte dell’associazione, mentre sui social alcuni utenti di buon cuore si sono mostrati solidali offrendosi come nuovi padroni di questa fauna lasciata in eredità dallo sgombero della quale non si era evidentemente tenuto conto.

Zerocalcare arriva in Val di Susa per rinnovare la sua solidarietà ai No Tav

 

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità