torino

Record di arresti nelle stazioni ferroviarie torinesi: in dieci giorni finiscono in manette in 4

Tra il 21 aprile e il 1°maggio 2024

Record di arresti nelle stazioni ferroviarie torinesi: in dieci giorni finiscono in manette in 4
Pubblicato:

Un mandato di arresto europeo, un ordine di carcerazione, una custodia cautelare e un arresto in flagranza di furto in un negozio in stazione. In tutti e 4 i casi, i soggetti interessati erano in giro per le stazioni di Torino, tra il Lingotto e Porta Nuova. Ma in appena dieci giorni, tra il 21 aprile e il 1°maggio 2024, la polizia ha identificato tutti e 4 i soggetti procedendo con gli arresti.

 4 casi in dieci giorni

Ma vediamo con ordine cosa è successo in così pochi giorni a Torino. Nel primo caso, un uomo dall'atteggiamento sospetto è stato identificato in stazione del Lingotto. Sottoposto al controllo di polizia è risultato un mandato di arresto europeo da eseguire per l’espiazione della pena di 5 anni e 7 mesi per un furto aggravato in abitazione commesso in un altro Paese europeo.

Qualche giorno dopo, durante i servizi di vigilanza all’interno della predetta stazione di Porta Nuova, gli agenti Polfer hanno sottoposto al controllo un altro cittadino straniero sul quale pendeva un ordine di esecuzione per l’espiazione di 4 anni di reclusione in quanto riconosciuto colpevole di violenza domestica.

Nella stessa serata sempre a Porta Nuova uno straniero senza fissa dimora coinvolto in una discussione è stato controllato, su di lui pendeva un ordine di esecuzione di custodia cautelare in carcere emesso dal Tribunale di Milano per i reati di violenza, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

Infine, nel pomeriggio della Festa dei Lavoratori, la pattuglia in servizio a Porta Nuova, è intervenuta nei confronti di un soggetto italiano che aveva appena rubato un cellulare in vendita in un negozio in stazione. L'uomo è stato riconosciuto dal direttore del negozio come presunto autore di altri furti ed è stato con la refurtiva.

In tutti e 4 i casi i soggetti sono stati arrestati.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali