Torino

"Spariamo a te e al tuo cane": trentenne picchiato e minacciato nel corso di una rapina

La polizia ferma due ragazzi di 25 e 26 anni di origine marocchina

"Spariamo a te e al tuo cane": trentenne picchiato e minacciato nel corso di una rapina
Pubblicato:
Aggiornato:

Sono circa le cinque del mattino quando i poliziotti del commissariato Dora Vanchiglia passando in Corso Giulio Cesare a Torino, si accorgono che un uomo di trent’anni e il suo cane sono rincorsi da qualcuno che alla vista degli agenti scappa. In due su tre vengono subito bloccati dagli agenti.

Il tentativo di rapina e l'aggressione

Poco prima, il trentenne è accerchiato dai malviventi che vogliono derubarlo: mentre gli frugano nelle tasche, uno lo colpisce in pieno volto con un pugno, anche il cane viene colpito con un calcio.
A questo punto, la vittima fugge inseguito dai tre che lo minacciano dicendogli di voler sparare a lui e al cane. L’arrivo della volante interrompe l’aggressione.

I due fermati, di 25 e 26 anni di origine marocchina, non solo sono stati arrestati perché gravemente indiziati per il reato di rapina aggravata in concorso, ma sono stati anche denunciati in stato di libertà per violazioni in materia di immigrazione.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali