probabile stretta per il weekend

Non servono nuove restrizioni secondo l’assessore Marnati, piemontesi promossi. Ma Cirio…

Previsto il confronto con i tecnici e i sindaci delle città più grandi, per decidere se attuare o meno misure più restrittive per evitare passeggiate e assembramenti.

Non servono nuove restrizioni secondo l’assessore Marnati, piemontesi promossi. Ma Cirio…
Cronaca 13 Novembre 2020 ore 15:48

Secondo l’assessore regionale alla ricerca applicata per emergenza Covid Matteo Marnati i piemontesi stanno dando prova di grande responsabilità.

Tutti promossi per Marnati

“Il Piemonte sta andando bene. Quindi non sono previste nuove strette”

Lo ha detto a margine della presentazione del ‘drive through difesa’, il primo hot spot in Piemonte per tamponi rapidi alla ricerca del virus, allestito nel parcheggio esterno dell’Allianz Stadium della Juventus a Torino. Per questo non sarebbero previste nuove strette.

Ma per Cirio i parchi e le vie del centro sono affollati

Peccato che il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio non sia così soddisfatto e anzi in questi giorni abbia espresso la propria preoccupazione riguardo ai comportamenti dei torinesi (e non solo). Al centro della sua attenzione ci sarebbero le passeggiate da fare nei pressi del proprio domicilio e che a quanto pare sono state interpretate in vario modo. I parchi non sono certo affollati, ma c’è decisamente un bel via vai (complice anche l’estate di San Martino) e così anche le vie del centro, soprattutto nel weekend, sono decisamente più vive rispetto al primo lockdown.

Cosa succede in questo weekend

Cosa aspettarsi quindi? Al momento è previsto il confronto con i tecnici e i sindaci delle città più grandi, per decidere se attuare o meno misure più restrittive per evitare le passeggiate e gli assembramenti nei parchi nel weekend. Nella giornata è probabile che arrivi una nuova stretta da parte della Regione Piemonte, a partire da domani, per limitare le passeggiate nelle vie dello shopping delle città e assembramenti nelle zone verdi.
L’intenzione però non sarebbe tanto quella di sanzionare i cittadini, quanto dissuadere le persone a spostarsi quando non è necessario. Insomma, è probabile che non venga chiesto di rimanere chiusi in casa, ma di cercare zone isolate e naturalmente di avere dei comportamenti responsabili.

Leggi anche:

Covid Hotel: 63 strutture disposte ad accogliere i pazienti

Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità