Smascherata dalla Polizia

Lottatrice di arti marziali arrestata per spaccio di droga

Gli agenti del Commissariato San Secondo hanno rinvenuto a casa sua ecstasy, cocaina e Mdma

Lottatrice di arti marziali arrestata per spaccio di droga
Cronaca Torino, 16 Febbraio 2021 ore 12:57

Una donna di 27 anni, esperta lottatrice di arti marziali, arrotondava con lo spaccio di droga (pesante per di più come cocaina, ecstasy e Mdma). Nei giorni scorsi, è stata segnalata agli agenti del Commissariato San Secondo l’attività di spaccio di una cittadina italiana di 27 anni, lottatrice di arti marziali. I poliziotti sono andati a casa sua, in zona Madonna di Campagna, con i cani dell’Unità Cinofila.

Tenta di chiudere a chiave

All’arrivo dei poliziotti la donna tenta di ostacolare loro l’ingresso, serrando a più mandate la porta d’ingresso, senza però riuscirci: gli agenti sono riusciti a entrare lo stesso. Una volta dentro l’appartamento, gli agenti scoprono all’interno del letto-contenitore quasi 1.000 pasticche di ecstasy per circa 500 grammi di peso, 100 grammi di Mdma in cristalli, 5 grammi di cocaina ed una busta con alcune briciole di marijuana. Inoltre, sotto il materasso, vengono trovati tre bilancini di precisione e oltre 3.000 euro in contanti che si sospetta siano il provento della vendita di droga. Nella cucina invece, numeroso materiale per il confezionamento in dosi (come buste della spesa tagliate in diversi punti) era stato occultato nei cassetti, accanto al lavello, dove viene infine rinvenuto un quarto bilancino.

Emoticon per comunicare

Dall’attività info-investigativa eseguita sui cellulari della ventisettenne emerge come la pusher si avvalesse di applicazioni di messaggistica istantanea tipo Whatsapp o Telegram, con l’opzione, per quest’ultimo, di autodistruggere i messaggi contenuti in alcune chat usate per concordare le cessioni di stupefacente. Per ogni tipo di droga detenuta dalla donna, questa aveva associato una particolare Emoticon così da poter comunicare con il proprio acquirente senza dire chiaramente di cosa si trattava. Forse temeva di essere intercettata, così si è inventata una specie di… “codice”: le caramelle indicavano le pasticche di ecstasy mentre il fiocco di neve si riconduceva ai cristalli di Mdma, infine una piantina voleva dire marijuana. Tutto abbastanza intuitivo… Il valore dello stupefacente sequestrato dagli agenti del Commissariato San Secondo è stimato intorno ai 25.000 euro. Scattate le manette per detenzione ai fini di spaccio di droga per la lottatrice di arti marziali dunque..

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli