Porta Nuova e Corso Raffaello

Ladri di biciclette arrestati e messi in galera

In manette due italiani; uno aveva già rivenduto il velocipede rubato a uno spacciatore in cambio di droga.

Ladri di biciclette arrestati e messi in galera
Cronaca Torino, 25 Giugno 2021 ore 11:23

Due ladri di biciclette arrestati e messi in galera. Continua lo stillicidio di piccoli reati legati a necessità e indigenza: ridursi a dover rubare biciclette per raccattare qualche soldo sul mercato nero sembra davvero una cosa da Terzo Mondo. Eppure succede, quotidianamente, a Torino come in altre città.

Porta Nuova

Il primo ladruncolo è stato "pizzicato" a Porta Nuova: in manette è finito un 50enne italiano che ha rubato il velocipede in stazione. I poliziotti sono intervenuti nel piazzale esterno dello scalo, a seguito della segnalazione da parte dei militari dell’Esercito Italiano, che avevano visto un uomo mentre stava rubando una bicicletta. Il 50enne è stato colto sul fatto intento a recidere con una tenaglia il cavetto d’acciaio con cui il mezzo era assicurato alla rastrelliera. Accompagnato negli Uffici della Polfer per ulteriori accertamenti, l’uomo è risultato avere a carico piccoli precedenti penali. Arrestato, è stato associato alla locale casa circondariale Lorusso&Cotugno. Il secondo episodio in Corso Raffaello, dove le bici asportate sono due.

Corso Raffaello

Gli agenti della Squadra Volante ricevono la segnalazione relativa a un uomo che ha appena rubato la ruota di una bici ancorata a un palo in via Pietro Giuria. I polizotti notano un tizio nascondersi all’interno di un garage di via Donizetti; l’uomo all’interno, corrispondente alla descrizione del ricercato, cerca di negare ogni addebito. Viene, però, trovato in possesso di una tenaglia in acciaio atta a tranciare catene e di una chiave inglese che serve a smontare le ruote delle biciclette. Una delle bici rubate in Corso Raffaello verrà ritrovata poco distante, rivenduta a uno spacciatore senegalese in cambio di droga. L’autore del furto, un italiano di 39 anni con precedenti, è stato arrestato per furto aggravato continuato. Lo spacciatore senegalese è stato invece denunciato per ricettazione.

Arrestati e messi in galera dunque questi due ladri di biciclette.