Cronaca
Durante la Supercoppa

Infiltrazioni 'Ndrangheta in curva: vergognoso striscione contro Agnelli a San Siro

Il riferimento è alle condanne subite da numerosi ultras della Juventus nel quadro dell'inchiesta e del successivo processo "Alto Piemonte".

Infiltrazioni 'Ndrangheta in curva: vergognoso striscione contro Agnelli a San Siro
Cronaca Torino, 13 Gennaio 2022 ore 11:28

Un vergognoso striscione contro il presidente Andrea Agnelli è comparso durante il secondo tempo della finale di Supercoppa tra Inter e Juventus, giocata a San Siro nel corso della serata di ieri, mercoledì 12 gennaio 2022. Il riferimento è alle condanne subite da numerosi ultras juventini nel quadro dell'inchiesta e del successivo processo "Alto Piemonte" che ha appurato delle infiltrazioni della ‘Ndrangheta nella curva bianconera.

Vergognoso striscione degli ultras juventini contro Agnelli a San Siro

"Agnelli m***i. Ultras liberi".

Recita così il vergognoso striscione apparso contro il presidente Andrea Agnelli durante il secondo tempo della finale di Supercoppa tra Inter e Juventus, andata in scena a San Siro nel corso della serata di ieri, mercoledì 12 gennaio 2022. Il fatto è stato denunciato anche dal quotidiano sportivo torinese Tuttosport. Il riferimento degli striscioni riguarda le condanne subite da numerosi ultras juventini nel quadro dell'inchiesta e del successivo processo "Alto Piemonte" che ha appurato delle infiltrazioni della ‘Ndrangheta nella curva bianconera. I tifosi hanno eluso la sicurezza e gli striscioni sono rimasti bene in vista per diversi minuti, prima che venissero rimossi. Tra le altre cose, il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, non era presente a San Siro per assistere alla finale di Supercoppa italiana poiché risultato positivo al Covid-19 e quindi in regime di isolamento.

Una finale persa all'ultimo secondo

Grandissima amarezza per i calciatori della Juventus dopo la sconfitta nella finale di Supercoppa italiana contro l'Inter. Al 120esimo minuto del secondo tempo supplementare, poco prima che l'arbitro Doveri fischiasse la fine del match portando le squadre ai calci di rigore, l'ultima azione interista, con il gol dell'attaccante Alexis Sanchez, ha vanificato ogni speranza bianconera di agguantare il primo trofeo della stagione.

LEGGI ANCHE: Rottura del legamento crociato anteriore sinistro per Federico Chiesa