Sanità & Salute

Ecco quanti sono ad oggi i vaccinati in Piemonte

Più di 25.000 persone sono già state "inoculate" con le fiale di Pfizer; precedenza a medici e pediatri oltre ad operatori e ospiti delle Rsa.

Ecco quanti sono ad oggi i vaccinati in Piemonte
Cronaca 07 Gennaio 2021 ore 12:48

Quanti sono i vaccinati in Piemonte? Sono più di 25.000, per la precisione 25.428 ed il numero sale man mano col passare delle ore. In questi giorni si stanno vaccinando soprattutto i medici di base ed i pediatri: 1050 hanno già ricevuto la prima dose, altri 800 lo faranno nei prossimi giorni.

Qui non si sta con le mani in mano

In Piemonte, e non è una novità, non si sta certo con le mani in mano. Anzi. L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che solo il 6 gennaio 2021 le persone che hanno ricevuto la prima dose di vaccino contro il Covid sono state 2737. Dall’inizio della campagna si è quindi proceduto all’inoculazione di 25.428 dosi, corrispondenti al 62% delle 40.885 della prima fornitura arrivata. La Fase 1, come noto, coinvolge il personale del servizio sanitario regionale, accanto ad ospiti e operatori delle Rsa. Tutti i vaccinati finora sono stati “inoculati” con le fiale di Pfizer, mentre quelle di Moderna dovrebbero far parte delle prossime forniture. Entrambi questi due tipi di vaccini sono realizzati con la tecnica mRna, ovvero quelli “super-tecnologici”. Gli altri (AstraZeneca, Johnson, Sanofi) arriveranno solo fra qualche mese perché sono a vettori tradizionali (AdenoVirus).

Medici di famiglia e pediatri soprattutto

Nelle Asl del Piemonte si è svolta una sessione speciale di vaccinazioni dedicata ai medici di famiglia e ai pediatri. Soddisfatto per quanti sono i vaccinati in Piemonte l’assessore alla Sanità Luigi Icardi:

“La campagna di vaccinazione anti-Covid in Piemonte sta procedendo a passo spedito, secondo le priorità che riguardano il personale sanitario e gli anziani delle case di riposo. Nelle prossime settimane saranno coinvolti tutti i sanitari, come dentisti, odontoiatri e veterinari in attività sul territorio. Stiamo affrontando un’impresa epocale – aggiunge Icardi -. Stiamo lavorando per coinvolgere tutti i medici e i farmacisti per quando si entrerà nelle fasi di vaccinazione della popolazione totale e si avranno a disposizioni vaccini che non andranno più conservati nei congelatori, ma nei normali frigoriferi degli ambulatori”.

Cinquemila “vaccinatori” a pieno regime

Il commissario generale dell’Unità di Crisi, Vincenzo Coccolo, e il commissario dell’Area giuridico-amministrativa, Antonio Rinaudo, hanno partecipato insieme all’assessore Icardi a una videoconferenza tra il Governo e le Regioni sul reclutamento del personale per la seconda fase della vaccinazione. I cosiddetti “vaccinatori” insomma. Ebbene, fra marzo e ottobre il Piemonte potrà contare complessivamente su 5.000 tra medici e infermieri in grado di vaccinare la popolazione. In queste ore è atteso, intanto, l’arrivo delle altre 20.000 dosi che completeranno la seconda fornitura settimanale di 40.000 vaccini Pfizer.

LEGGI ANCHE: Scuola e Covid: vaccino agli insegnanti e DAD fino al 16 gennaio

Scorie nucleari fra Mazzé, Saluggia e Carmagnola: sindaci e agricoltori si mobilitano

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità