Per motivi economici

Consulente finanziario ucciso in collina: arrestato l’omicida, era inquilino della vittima

All'alba i Carabinieri del comando provinciale di Torino hanno tratto in arresto il presunto autore dell'assassinio di Luciano Ollino.

Consulente finanziario ucciso in collina: arrestato l’omicida, era inquilino della vittima
Cronaca Moncalieri, 30 Ottobre 2020 ore 09:15

Omicidio della collina: arrestato l’omicida, era inquilino della vittima. Questa mattina all’alba i Carabinieri del comando provinciale di Torino hanno preso in arresto il presunto autore dell’efferato omicidio di Luciano Ollino, 60enne commercialista e consulente finanziario, residente a Moncalieri, che, nella notte tra l’8 e il 9 giugno scorso, era stato trovato assassinato in una strada sterrata di collina tra Torino e Moncalieri.

5 foto Sfoglia la gallery

Omicidio della collina: arrestato il killer, era inquilino della vittima

Questa mattina all’alba il comando provinciale dei Carabinieri di Torino ha tratto in arresto il killer di Luciano Ollino, brutalmente assassinato nella notte tra l’8 e il 9 giugno scorso e ritrovato in una strada sterrata in collina tra Torino e Moncalieri. Le indagini dei militari dell’arma sono state tempestive e minuziose e hanno consentito al Gip di emettere una misura cautelare in carcere nei confronti di un pregiudicato del luogo, un 42enne, venditore di autovetture, ben conosciuto dalla vittima e suo inquilino in un appartamento di un residence di Pecetto Torinese.

Le dinamiche del brutale assassinio

Nella circostanza l’assassino, dopo aver legato e imbavagliato Luciano Ollino, gli aveva sparato 6 colpi di pistola all’interno della sua auto, una Bmw trovata parcheggiata in una piazzola di sosta con il cadavere riposto sul lato passeggero. I Carabinieri sono riusciti a documentare tutte le fasi dell’evento delittuoso, ricostruendo ogni spostamento effettuato quel tragico giorno da Ollino fino al fatale incontro con l’omicida, il quale, per sviare l’attenzione su di lui, quella stessa notte si era frettolosamente allontanato dal Piemonte verso il sud Italia.

Il movente

A spingere l’assassino in questo brutale omicidio sarebbero stati i dissidi che scorrevano tra la vittima e il carnefice, soprattutto di carattere economico e relativi alla compravendita di un immobile ubicato nell’hinterland torinese, di proprietà del consulente. Gli investigatori dell’Arma, oltre a delineare le responsabilità in ordine all’esecuzione omicidiaria, attribuiscono al reo anche la sottrazione ai danni del malcapitato, quando era già morto, della somma contante pari a 1.150 euro, che la vittima deteneva in una tasca dei pantaloni, corrispondente alla quota di un canone di locazione di un affittuario, da poco dallo stesso ritirata.

LEGGI ANCHE:

Consulente finanziario legato e imbavagliato nell’auto e ucciso con 5 colpi di pistola alla tempia VIDEO

Si indaga nella vita di Luciano Ollino, dramma delle figlie rimaste senza genitori

Delitto di Luciano Ollino: spunta una donna di 20 anni più giovane

Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità