Via Poma - Polizia in azione

Butta i soldi dalla finestra (1.600 euro) per evitare l’arresto

Un 23enne con precedenti ha gettato le banconote dal quinto piano all'arrivo della Polizia, in casa sua anche marijuana e materiale per il confezionamento.

Butta i soldi dalla finestra (1.600 euro) per evitare l’arresto
Cronaca Torino, 26 Novembre 2020 ore 12:07

Pioggia di soldi buttati dalla finestra, spacciatore non riesce ad evitare l’arresto. Ha dell’incredibile, e sembra quasi una scena da cartoni animati, quanto accaduto nei giorni scorsi in via Poma. Uno spacciatore, per evitare l’arresto, butta i soldi dalla finestra (1.600 euro in contanti). Ma non è servito.

“Aprite, Polizia!”

Lo scorso lunedì sera, gli agenti della Squadra Volante della Questura di Torino si presentano alla porta di un alloggio in via Poma, dove si presuma sia in atto da parte degli occupanti una attività di detenzione di stupefacente. Non si sa come abbiano fatto i poliziotti a saperlo: forse una “soffiata” o forse una segnalazione anonima. Fatto sta che si doveva controllare, e così è stato. Al bussare degli agenti, con il classico: “Aprite, Polizia!” si sentono all’interno dei rumori. Mentre una donna di 28 anni apre, il suo convivente si fionda velocemente  nella camera da letto, chiudendosi la porta alle spalle. Gli agenti subito dietro, lo bloccano proprio mentre lui butta i soldi (1.600 euro) dalla finestra, che si trova al quinto piano dello stabile. Si trattava di varie decine di banconote, e cercava di disfarsi anche di alcune “palline” incellophanate con dentro della marijuana. Gli agenti recupereranno, per quanto possibile, quanto gettato: si tratta della somma di 1.665 euro in contanti e di una decina di grammi di “maria”. Materiale utile al confezionamento è stato poi trovato nell’appartamento. Il giovane, un 23enne con piccoli precedenti penali, è stato indagato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

LEGGI ANCHE: Pazienti Covid nelle Rsa: otto avvisi di garanzia

Cerca di mettere le mani sul bar in crisi per lockdown con minacce ed estorsioni

Protesta studenti in piazza Castello a Torino contro la DAD

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità