Menu
Cerca
Barriera di Milano

Ancora violenza domestica: bastonate alla moglie per gelosia davanti ai figli piccoli

In manette uno straniero di 33 anni: non sopportava l'idea che la donna abbia avuto un altro prima di lui.

Ancora violenza domestica: bastonate alla moglie per gelosia davanti ai figli piccoli
Cronaca Torino, 10 Marzo 2021 ore 12:11

Bastonate alla moglie per gelosia, arrestato marito violento. Hai voglia a promuovere la parità di genere, sdoganare le donne dal ruolo subordinato, condannare gli atti di violenza domestica, celebrare l’8 Marzo… Sembra proprio che questi condivisibili temi non siano proprio arrivati a destinazione. Soprattutto in certe endemiche situazioni matrimoniali impostate ancora sul concetto di marito-padrone.

Maniacale forma di gelosia

Alla base di questo ultimo fattaccio di cronaca una maniacale forma di gelosia: il marito non sopporta l’idea che la propria moglie abbia avuto un fidanzato precedente alla loro unione. Ma si può? Roba da non credere, eppure è così. Questo straniero di 33 anni non sopportava l’idea che la propria compagna avesse avuto una relazione sentimentale precedente alla loro. Una gelosia folle quella provata dall’uomo, che in più di un’occasione era sfociata in aggressioni alla povera donna. Un giorno il trentatreenne, accecato dalla gelosia, le aveva messo le mani addosso, distrutto in mille pezzi il cellulare per poi raccontare lui stesso alla Polizia di Stato quanto appena accaduto, affermando di voler essere portato subito in carcere altrimenti avrebbe potuto compiere gesti di cui si sarebbe pentito.

Botte davanti ai figli piccoli

Martedì scorso l’ennesima aggressione. La coppia si trova in macchina, con loro i figli piccoli. Improvvisamente l’uomo ingaggia una discussione con la moglie. Lei desiste dal rispondere per evitare ulteriori guai e gli chiede di fermare la macchina per farla scendere. L’uomo continua a guidare e gridare, ignorando la richiesta. Quando la donna prova ad abbandonare il veicolo, il trentatreenne la tira per un braccio e le richiude lo sportello. Giunti a destinazione, la donna si dirige verso la pensilina dell’autobus, intenzionata a tornare a casa. Lo straniero a quel punto raccoglie da terra un bastone di legno, con alcuni chiodi sulla parte finale, la raggiunge e la colpisce all’altezza della fronte. Bastonate alla moglie per gelosia, dunque: un comportamento davvero esecrabile!

Una residente le apre il portone

La vittima inizia ad urlare, richiamando così l’attenzione di una cittadina residente che si affaccia dal balcone di uno stabile. Intuito quanto fosse appena accaduto, quest’ultima allerta immediatamente il 112 (Numero Unico di Emergenza), facendo segno alla vittima di averle aperto il portone per permetterle di rifugiarsi a casa propria. La donna corre rapidamente verso l’entrata del palazzo e vi fa accesso. Nel frattempo l’uomo minaccia dalla strada in direzione del balcone di compiere gesti estremi se la compagna non torna subito indietro. Per fortuna nelle vicinanze c’era una pattuglia del Commissariato Barriera Milano. I poliziotti, prontamente intervenuti, arrestano subito il marito violento per maltrattamenti e lesioni personali aggravate. La vittima è stata soccorsa, portata in Ospedale e dimessa in seguito con una prognosi di 10 giorni.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli