Montagna che passione!

Val di Susa e Val Chisone si rifanno il look: è l'ora del trekking estivo

Concluse le manutenzioni straordinarie al reticolo di stradine e sentieri che permetteranno ai turisti di gustare le bellezze naturalistiche piemontesi.

Val di Susa e Val Chisone si rifanno il look: è l'ora del trekking estivo
Attualità Torino, 14 Giugno 2021 ore 10:49

Val di Susa e Val Chisone pronte per l'appuntamento con la stagione del trekking estivo: gli addetti hanno completato la manutenzione di strade, stradine e sentieri per permettere ai turisti di godere appieno le bellezze montane piemontesi. Rese famose in tutto il mondo dal passaggio del Giro d’Italia al Colle delle Finestre e sulla strada che conduce al Colle del Nivolet, le strade d’alta quota gestite dalla Città Metropolitana di Torino saranno ancora una volta protagoniste di una stagione turistica estiva che promette di essere positiva per le vallate alpine che fanno da corona al capoluogo.

Si riapre mercoledì

In Valle di Susa e in Val Chisone sono in corso le operazioni per consentire la riapertura il 16 giugno 2021 della Strada Provinciale 172 del Colle delle Finestre, che collega Meana con Depot di Fenestrelle, dopo aver superato i 2.176 metri del Colle e incrociato la strada comunale che da Usseaux sale al Pian dell’Alpe. Le prime operazioni in quota sulla strada ormai nota in tutto il mondo grazie al Giro d’Italia hanno riguardato la rimozione della neve nel tratto sterrato sino al Colle, che si trova al km 19 della strada. Il personale operativo del Circolo di Susa della direzione Viabilità 2 della Città Metropolitana è stato ed è tuttora impegnato nella manutenzione ordinaria, che comprende la stesa di materiale stabilizzato fine, al fine di rendere il piano viabile percorribile nel miglior modo possibile dagli utenti.

Salendo da Meana a circa 2 km dal Colle delle Finestre è stato ripristinato un muro di sostegno che aveva ceduto, con la realizzazione di una scogliera in massi naturali per una lunghezza di 15 metri e un’altezza di 2 metri e mezzo. E' solo un esempio, per far capire che dietro le parole "manutenzione" e "itinerari turistici" ci sono ore e ore di duro lavoro oltre che investimenti concreti (soldi) da parte delle Istituzioni competenti.

A piedi fra le nuvole

Sulla Strada Provinciale 50 del Colle del Nivolet, teatro di una suggestiva tappa del Giro d’Italia con arrivo ai piedi della diga del Serrù, le operazioni di sgombero della neve sono concluse e la riapertura è cosa fatta. L’innevamento è stato consistente e maggiore rispetto al solito ma le temperature sono comunque in rialzo. Oltre alle frese del Centro Mezzi Meccanici della Città Metropolitana di Torino, sulla Provinciale 50 quest’anno hanno operato mezzi sgombraneve in dotazione alla Terna Spa. A breve la Direzione Viabilità 1-Coordinamento Viabilità emetterà la consueta ordinanza per la chiusura al traffico motorizzato della Provinciale nei giorni festivi di luglio e agosto, in coincidenza con l’iniziativa “A piedi tra le Nuvole” promossa dal Parco nazionale Gran Paradiso e dalla Città Metropolitana di Torino.

Altre limitazioni per il traffico veicolare sono previste per la zona di Usseglio: nelle giornate prefestive e festive e tutti i giorni tra la fine di luglio a la fine di agosto. Si tratta del numero chiuso in vigore dalle 8,30 alle 18, orari in cui potranno essere presenti nel parcheggio nei pressi del lago di Malciaussia non più di 130 auto e non più di 50 moto. Sarà cura del Comune di Usseglio, tramite la ditta incaricata, interrompere il traffico al verificarsi delle condizioni di cui sopra.

Si prospetta comunque una bella stagione di turismo estivo per gli amanti della montagna e del trekking in Val di Susa, Val Chisone e un po' in tutto il Piemonte!