Eventi
Tempo Libero

Cosa fare a Torino e provincia: gli eventi del weekend (26 - 27 marzo 2022)

Una selezione di appuntamenti imperdibili per il quarto weekend del mese di marzo.

Cosa fare a Torino e provincia: gli eventi del weekend (26 - 27 marzo 2022)
Eventi Torino, 24 Marzo 2022 ore 07:30

(Immagine di copertina: Musei Reali Torino)

Gli appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo a Torino e provincia: i nostri consigli per sabato 26 e domenica 27 marzo 2022.

Cosa fare a Torino: gli eventi del weekend (26 - 27 marzo 2022)

TORINO. Carbonara Festival

  • Dal 25 al 27 marzo 2022 - Eataly Lingotto

Un intero weekend per provare i piatti più gustosi e succulenti della capitale preparati da veri esperti. La carbonara è la regina di Roma, si sa, ma in questo weekend non mancheranno amatriciana, supplì e tante altre delizie tipiche. Si inizia venerdì sera, con “Ostissimi, gli Osti più tosti di Roma a Torino!”, una straordinaria cena per gustare il sapore della vera cucina romana insieme a 8 osti romani che ci faranno immergere nei gusti della capitale. La serata si terrà in Sala dei Duecento ed è proposta al pubblico al prezzo di € 55, comprensivo di acqua, vino e caffè.

Gli osti si trasferiranno poi per tutto il fine settimana nei ristoranti di Eataly Lingotto, proponendo il piatto più iconico della cucina della capitale, preparato in diverse versioni: dalla pasta alla pizza, dai supplì ai maritozzi e persino nella versione frittata. La carbonara sarà protagonista assoluta: per assaggiarla, sia a pranzo sia a cena, è necessario prenotare un tavolo contattando il 345 7679433.

Non mancherà naturalmente la parte di didattica. Domenica 27 lo chef e docente Marco Borsero, nel corso “1, 2, 3: Carbonara!” insegnerà tecniche e segreti per la carbonara perfetta, dalla versione classica a quelle più originali (corso su prenotazione, € 70 a persona).

Infine, in attesa degli osti del Carbonara festival, dal 22 al 25 marzo gli chef di Eataly Lingotto si cimenteranno in alcuni dei piatti più tipici di Roma, nella versione classica ma anche rivisitata: dai supplì ai maritozzi, passando per il calzoncino fritto ripieno di coda alla vaccinara, pecorino e pomodoro e la pizza alla carbonara. Per arrivare con le papille allenate al fine settimana!

Per maggiori informazioni: www.torino.eataly.it

TORINO. Forza Venite Gente

Dal 24 al 27 marzo 2022 - Teatro Alfieri

Il musical sulla vita di San Francesco festeggia i 40 anni. Scritto da Mario e Piero Castellacci con la collaborazione di Renato Biagioli e Pietro Palumbo. 20, fra Attori, Cantanti e Ballerini, ci accompagneranno in un viaggio musicale, che racconta una delle figure più importanti della Cristianità. Un viaggio per alcuni aspetti mistico e spirituale, per altri, di elegante intrattenimento e di travolgente simpatia. Info:  www.teatro.it

TORINO. Festival d'Oriente

  • Sabato 26 e domenica 27 marzo - Lingotto Fiere

Il Festival dell'Oriente, la più grande kermesse fieristica europea dedicata al mondo orientale è pronta a ripartire.

Sabato 26 e domenica 27 marzo dalle ore 10.30 alle ore 20.30 sarà un ritorno alla scoperta della magia dell'Oriente”.

Immergersi nelle culture e nelle tradizioni di un Continente sconfinato con mostre fotografiche, bazar, stand commerciali, gastronomia tipica, cerimonie tradizionali, spettacoli folklorisitici, medicine naturali, concerti, danze e arti marziali che si alterneranno nelle numerose aree tematiche dedicate ai vari paesi in un continuo e avvincente susseguirsi di show, incontri, seminari ed esibizioni nei tre palchi della kermesse torinese.

Un evento in cui il pubblico da quest'anno, novità assoluta, potrà interagire e sperimentare gratuitamente, centinaia di attività gratuite: corsi, terapie tradizionali volte alla salute e al benessere presenti all'interno dei padiglioni dedicati alle terapie olistiche, alle discipline bionaturali, yoga, ayurvedica, fiori di bach, theta healing, meditazione, spazio vegano, reiki, massaggi, chi kung, tai chi chuan, shiatsu, tuina, bio musica, rebirthing, integrazione posturale, e molte altre ancora tra cui workshops di danza, numerose cerimonie tradizionali, corsi e assaggi di gastronomia orientale.

Da quest'edizione sarà disponibile le prevendita online dei biglietti sul sito dell'evento: www.festivaldellorientetorino.it

TORINO. Musei Reali

  • Sabato 26 e domenica 27 marzo 2022

Gli appuntamenti dei Musei Reali non si fermano, con il nuovo allestimento Splendori della tavola e tante altre attività che animano la settimana

Sabato 26 marzo alle ore 16 è il giorno di Animali favolosiFalchi, granchi, cani, volpi e tanti altri animali sono i protagonisti di simpatici racconti e allegre filastrocche che animeranno questa specialissima visita guidata alla mostra Animali dalla A alla Z. Alla fine del percorso a ciascun partecipante verrà consegnata una copia del libro "Zoostorie", contenente le storie raccontate durante l'attività e molte altre da leggere a casa con mamma e papà! Il costo dell’attività è di € 10 oltre al biglietto di ingresso gratuito per i bambini, ingresso ai Musei Reali speciale a € 10 per gli adulti. Info e prenotazioni: 011 19560449 e info.torino@coopculture.it

Sabato 26 marzo alle ore 15.30 e domenica 27 marzo alle ore 11, le guide e gli storici dell’arte di CoopCulture conducono la visita Benvenuto a Palazzo lungo le sale di rappresentanza del primo piano di Palazzo Reale e dell'Armeria, per scoprire o riscoprire la storia e la magnificenza della prima reggia d’Italia. Il costo della visita è di € 7, oltre al biglietto di ingresso ridotto ai Musei Reali (€ 13 ordinario, € 2 da 18 a 25 anni, gratuito under 18). Biglietti online su Musei Reali di Torino | CoopCulture – e-mail info.torino@coopculture.it

Sabato 26 marzo alle ore 16 i visitatori possono ammirare in un itinerario unico gli appartamenti nuziali dei Principi di Piemonte e dei Duchi d’Aosta, situati al secondo piano di Palazzo Reale, allestiti tra il 1720 e il 1843. Grandi architetti come Juvarra, Alfieri e Palagi si alternarono a decorare le magnifiche sale in cui risaltano capolavori rococò, con mobili e boiseries di Piffetti, Gianotti e Stroppiana, soffitti e sovrapporte di De Mura e Beaumont, soffitti di Ayres e Bellosio e arredi di Gabriele Capello in stile Impero. Sarà possibile raggiungere anche le sale che ospitano tesori del Neoclassico in cui gli architetti Piacenza e Randoni, con gli ebanisti Bonzanigo e Bolgiè, approntarono ambienti in stile Luigi XVI di meravigliosa bellezza tra il 1788 e il 1789.

Domenica 27 marzo alle ore 16 un affascinante tour attraversa le sale del primo piano di Palazzo Reale che affacciano sul Giardino Ducale e che conservano intatte le originali decorazioni settecentesche, tra le quali spiccano le pitture di Francesco De Mura e Laurent Pécheux: un susseguirsi di ambienti tra i più sorprendenti della residenza, utilizzati negli anni del re Carlo Alberto come appartamenti per i Principi Forestieri in visita alla corte torinese.

Costo delle attività: € 20 (€ 13 per Abbonamento Musei). Biglietti online su Musei Reali di Torino | CoopCulture – e-mail info.torino@coopculture.it

TORINO. Vivian Maier Inedita

  • Fino al 28 giugno 2022 - Musei Reali

Dal 9 febbraio fino al 26 giugno, le Sale Chiablese ospitano l’esposizione Vivian Maier Inedita con oltre 250 scatti, tra cui molti inediti, video Super 8 e oggetti personali della fotografa americana. Curata da Anne Morin, la mostra presenta anche una sezione dedicata alle fotografie che Vivian Maier realizzò durante il suo viaggio in Italia, in particolare a Torino e Genova. Dopo una prima tappa al Musée du Luxembourg di Parigi, l’esposizione arriva in Italia e ha come obiettivo quello di raccontare aspetti sconosciuti o poco noti della misteriosa vicenda umana e artistica della fotografa. Vivian Maier Inedita è o-organizzata da diChroma e dalla Réunion des Musées Nationaux - Grand Palais, prodotta dalla Società Ares srl con i Musei Reali e il patrocinio del Comune di Torino e sostenuta da Women In Motion, un progetto ideato da Kering per valorizzare il talento delle donne in campo artistico e culturale. Info: www.museireali.beniculturali.it

unnamed (32)
Foto 1 di 2
unnamed (33)
Foto 2 di 2

NICHELINO. La piccola città di Gabriele Vacis

  • Sabato 26 marzo - Ore 21 - Teatro Superga

Da un testo di Thornton Wilder del 1938 “Piccola città”, Gabriele Vacis parte per costruire una interazione tra tre opere straordinarie che genera non una messinscena ma una “composizione” che racconta relazioni tra persone che costruiscono storie, vite, memorie. Wilder quando ha scritto la sua commedia aveva in mente “l’Antologia di Spoon River” di Edgard Lee Masters del 1915, lo stesso testo a cui si è ispirato Fabrizio De André nel 1971 per il suo concept album “Non al denaro, non all’amore né al cielo”.

La Piccola Città di Gabriele Vacis andrà in scena al Teatro Superga di Nichelino con gli allievi attori della Scuola del Teatro Musicale e le musiche di scena di Fabrizio De André.

Info: TSN Teatro Superga Nichelino, via Superga 44, Nichelino

Biglietti da 18 a 30 euro - 011.6279789 www.teatrosuperga.it  - biglietteria@teatrosuperga.it

DSC_4115
Foto 1 di 3
La Piccola Città
Foto 2 di 3
DSC_3999
Foto 3 di 3

NICHELINO, STUPINIGI. Passepartout

  • Sabato 26 e domenica 27 marzo 2022 - Palazzina di Caccia

La Palazzina di Caccia di Stupinigi apre le porte dei suoi spazi segreti chiusi al pubblico. Con sei appuntamenti, un week-end al mese, da marzo a novembre, la Fondazione Ordine Mauriziano organizza delle visite guidate straordinarie alla (ri)scoperta degli spazi segreti, normalmente chiusi al pubblico, della Palazzina di Caccia di Stupinigi. L’appartamento di Ponente, gli ambienti della servitù e la cupola juvarriana sono gli spazi della corte, in alcuni casi aperti per la prima volta ai visitatori, che raccontano la storia della Palazzina nelle sue diverse fasi abitative e il progetto architettonico alla base della sua costruzione.

“Passepartout” apre le porte delle stanze chiuse del re dell’appartamento di Ponente di Carlo Felice, in attesa di restauro, con le sue particolari decorazioni a tema marino; conduce dietro le porte segrete agli ambienti nascosti della servitù, ai passaggi e ai corridoi ricchi di fascino e di storia e, infine, permette di raggiungere la sommità della cupola juvarriana, per camminare lungo i suggestivi balconi concavi/convessi che affacciano sul grandioso salone centrale, guardare da vicino il tetto a barca rovesciata di Juvarra dalla complessa orditura in legno e ammirare dall’alto, dopo aver percorso i 50 scalini di una stretta scala a chiocciola, un panorama unico che si estende a 360 gradi sotto il cervo, simbolo della Palazzina di Caccia di Stupinigi.

Gli appuntamenti: 

  • Le stanze chiuse del re - Visita all’appartamento di Ponente: Sabato 26 e domenica 27 marzo, ore 10.30, 12, 14.30 e 16
  • Dietro le porte segrete - Visita agli ambienti e ai corridoi della servitù: Sabato 24 e domenica 25 aprile, ore 10.30, 12, 14.30 e 16
  • Sotto il cervo - Visita alla cupola juvarriana: Sabato 28 e domenica 29 maggio, ore 10.30, 12, 14.30 e 16
  • Sotto il cervo - Visita alla cupola juvarriana: Sabato 24 e domenica 25 settembre, ore 10.30, 12, 14.30 e 16
  • Dietro le porte segrete - Visita agli ambienti e ai corridoi della servitù: Sabato 29 e domenica 30 ottobre, ore 10.30, 12, 14.30 e 16
  • Le stanze chiuse del re - Visita all’appartamento di Ponente: Sabato 5 e domenica 6 novembre, ore 10.30, 12, 14.30 e 16

INFO: Palazzina di Caccia di Stupinigi, piazza Principe Amedeo 7, Stupinigi - Nichelino (TO)  - www.ordinemauriziano.it

Prenotazione obbligatoria (entro venerdì) al numero: 011 6200634

NICHELINO, STUPINIGI. Cavalleria Rusticana

  • Domenica 27 marzo 2022 - Ore 19 - Palazzina di Caccia

Il capolavoro del Verismo per Lirica a Corte nel Salone d’Onore della Palazzina di Caccia di Stupinigi. Cavalleria rusticana (Roma, Teatro Costanzi, 1890) è la prima e più celebre opera di Pietro Mascagni, vincitrice del Premio Sonzogno per giovani compositori del 1888. La drammatica vicenda, tratta dall’omonima novella di Giovanni Verga, mette in musica la crudezza della gelosia e della vendetta che caratterizzava i rapporti umani del duro mondo agricolo e selvaggio della Sicilia ottocentesca. Un capolavoro del Verismo, stabilmente entrato nel repertorio internazionale del teatro d’opera, che con la sua musica struggente ha commosso e fatto riflettere il pubblico di ogni generazione.

Info e biglietti: Palazzina di Caccia di Stupinigi; Piazza principe Amedeo 7, Stupinigi - Nichelino. Biglietti: 30 euro. Info e prenotazioni: 011.6279789 biglietteria@teatrosuperga.itwww.teatrosuperga.it

NICHELINO, STUPINIGI. Steve McCurry - Animals 

  • Fino all'1 maggio 2022 - Palazzina di Caccia

Il maestro dell’uso del colore, dell’empatia e dell’umanità, volge lo sguardo ai nostri compagni di viaggio più fedeli. Nasce così “ANIMALS”. La mostra arriva per la prima volta in Piemonte, presso le antiche cucine della Palazzina di Caccia di Stupinigi. In mostra gli animali saranno protagonisti di sessanta scatti iconici, che racconteranno al visitatore le mille storie di una vita quotidiana dove uomo e animale sono legati indissolubilmente. Orari mostra: Martedì – Venerdì 10.00 – 17.30; Sabato – Domenica 10.00 – 18.30; Lunedì CHIUSO. Biglietti: www.mostramccurry.com

VALSUSA FILMFEST. Luoghi vari

  • Dal 25 marzo al 7 maggio 2022 - A Almese, Avigliana, Bardonecchia, Bussoleno, Chiusa San Michele, Condove, Giaveno, Moncenisio, Oulx e Torino

Festival cinematografico e culturale di comunità con 15 eventi in 9 comuni della Valle di Susa, 2 eventi a Giaveno in Val Sangone e 1 evento a Torino, con proiezioni delle opere selezionate per il concorso cinematografico, uno spettacolo teatrale, la rassegna “Cinema in Verticale” con film sul tema della cultura montana e altri film fuori concorso con la presenza dei registi Nicolò Bongiorno, Daniele Gaglianone, Michelangelo Frammartino, Valeria Mazzucchi, Antoine Harari, Gabriele Vacis e, in collegamento da Gerusalemme, la regista palestinese Sahera Dirbas. L’ospite principale è Reinhold Messner, protagonista di un doppio appuntamento insieme ad Alessandro Filippini il 26 marzo a Bardonecchia e Almese. Tra gli ospiti anche Don Luigi Ciotti e Mohamed Ba.

Il programma verte principalmente sul tema delle “Comunità”, sulla base del quale sono stati pensati buona parte degli appuntamenti.

Gli eventi sono gratuiti ad eccezione dell’evento del 25 marzo a Giaveno con Michelangelo Frammartino, dell’evento del 26 marzo ad Almese con Reinhold Messner e dell’evento del 3 maggio ad Avigliana con Gabriele Vacis.

Info: www.valsusafilmfest.it

‍Reinhold e Gunther Messner

VENARIA REALE. Igloo di Mario Merz

  • Fino al 30 marzo 2022 - Reggia di Venaria

Nel periodo in cui Torino celebra l’arte contemporanea, la Venaria Reale desidera valorizzare e arricchire la propria collezione di arte contemporanea ospitando, presso i resti archeologici della Fontana del Cervo nella Corte d’Onore, un Igloo (1998) di Mario Merz.
L’opera, realizzata per il Parco di Museu Serralves di Porto, si lega fortemente all’ambiente naturale e a quello dei Giardini della Reggia, attraverso l’impiego delle fascine, e in particolare al contesto della Fontana del Cervo, con la presenza maestosa di un cervo sulla sommità della struttura, sul cui fianco è attaccato un numero di Fibonacci di neon.

VINOVO. Domenico della Rovere

  • Dal 19 marzo al 12 giugno 2022 - Castello di Vinovo

Nella storia dell’arte italiana il Rinascimento ha un protagonista assoluto nel cardinale Domenico Della Rovere, esponente di spicco di una potente famiglia aristocratica il cui castello, a Vinovo, è una delle più importanti testimonianze della stagione post medioevale in cui l’Italia guidò il rifiorire dell’arte, della letteratura, della scienza e della filosofia. Il maniero dei Della Rovere è il protagonista della mostra curata dallo storico Ilario Manfredini, che sarà aperta al pubblico da sabato 19 marzo a domenica 12 giugno.

L’esposizione, patrocinata dalla Regione Piemonte, dalla Città Metropolitana di Torino, dalla Città di Torino e dall’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento, proporrà una ricostruzione della straordinaria stagione artistica promossa da Domenico Della Rovere e dalla sua famiglia in Piemonte e in altre regioni.

Nelle stanze del castello di Vinovo si potranno ammirare miniature, pitture, documenti e riproduzioni provenienti da vari musei e biblioteche, che segneranno con una puntuale ricostruzione scientifica e filologica la visita agli ambienti del complesso architettonico che è una delle realizzazioni più significative nel panorama artistico del Quattrocento piemontese e che deve il suo splendore e il suo valore storico proprio a Domenico Della Rovere.

Castello Della Rovere retro (1)
Foto 1 di 5
fregio cortile
Foto 2 di 5
Charles VIII of France (1470–1498)
Foto 3 di 5
Castello Vinovo + giardino
Foto 4 di 5
Carlo II di Savoia_ritratto di Defendente Ferrari
Foto 5 di 5

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter