Eventi
Tempo Libero

Cosa fare a Torino e provincia: gli eventi del weekend (14 - 15 maggio 2022)

Una selezione di appuntamenti per il prossimo fine settimana.

Cosa fare a Torino e provincia: gli eventi del weekend (14 - 15 maggio 2022)
Eventi Torino, 12 Maggio 2022 ore 10:43

(Foto di copertina: Musei Reali, Torino)

Gli appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo a Torino e provincia: i nostri consigli per sabato 14 e domenica 15 maggio 2022.

Cosa fare a Torino: gli eventi del weekend (14 - 15 maggio 2022)

TORINO. Fringe Festival

  • Dal 7 al 29 maggio 2022

Il Torino Fringe si conferma tra gli eventi più originali della città e di tutta Italia, in cui si mescolano espressioni artistiche differenti, anche grazie alla selezione tramite una call internazionale che ha portato quest’anno a candidarsi più di 500 artisti da tutto il mondo.
Per il pubblico è l’occasione di avere in un unico calendario lungo tre settimane un evento di spettacolo dal vivo eccezionale diffuso sul territorio, per gli artisti un appuntamento imperdibile, confermandosi una vetrina e un punto di riferimento a livello nazionale per il Teatro Off e per le Performing Arts. La decima edizione del festival, che ritorna dopo due anni nelle sue consuete date di maggio, è all’insegna dell’Extravaganza: il programma è ancora più poliforme e variegato, con più di 200 repliche di spettacoli teatrali di artisti e compagnie internazionali, 30 eventi speciali, talk, residenze, mostre d’arte, live performance, momenti site-specific di danza e in cui si mescolano linguaggi performativi e audio-visivi innovativi, concerti, party e molto altro, come la consueta Fringe Parade che attraverserà a suon di musica e divertimento tutta la città.

Il festival si apre ufficialmente il 7 maggio alle 21 con uno tra gli ospiti più attesi, Natalino Balasso, attore, comico e autore teatrale che porta sul palco del neo riaperto Cinema Teatro Maffei Recital, raccolta di brani comici tratti dai suoi ultimi spettacoli.

7 foto Sfoglia la gallery

TORINO. NATURECULTURES. Arte e Natura dall’Arte povera a oggi

  • Fino al 22 Settembre 2022 - OGR Torino | BINARI 1 e 2, Corso Castelfidardo 22

L’esposizione è organizzata da OGR Torino e Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, con il contributo straordinario della Fondazione CRT e il supporto della Fondazione per l'Arte Moderna e Contemporanea CRT che, dal 2000, arricchisce e valorizza il patrimonio culturale e artistico del territorio in una dimensione internazionale. La mostra presenta opere in prevalenza della collezione della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT, acquisite tra il 2000 e il 2021 grazie alla Fondazione CRT: una sinergia che ha consentito a Torino e al Piemonte di costruire, in poco più di vent’anni, una delle più significative raccolte d’arte contemporanea al mondo a disposizione del pubblico. La collezione privata della leggendaria gallerista Margherita Stein, che si faceva chiamare “Christian” Stein, costituì il primo nucleo della raccolta nel 2000; l’ultima opera acquistata nel 2021 è Adjacent Possible di Agnieska Kurant, presente in mostra.

Tra i capolavori in mostra figurano la Venere degli stracci, 1967, di Michelangelo Pistoletto opera cult della counterculture negli anni Sessanta che ha anticipato le tematiche del riciclo dei materiali, e l’Albero di 11 metri, 1969–89, di Giuseppe Penone, che rivela la forma dell’albero da una trave industriale scolpendo attorno ai nodi, fino a The Sovereign Forest, 2012, di Amar Kanwar, che denuncia forme di ingiustizia climatica e sociale, e a un nuovo alfabeto generato da un algoritmo in Adjacent Possible, 2021, di Agnieszka Kurant, creato con pigmenti batterici.

Naturecultures. Veduta dell'allestimento alle OGR Torino. Foto Andrea Rossetti per OGR Torino

TORINO. Dario Argento - The Exhibit

  • Fino al 16 gennaio 2023 - Museo del Cinema

Il Museo Nazionale del Cinema e Solares Fondazione delle Arti presentano la prima grande mostra dedicata a un maestro del cinema: il regista, sceneggiatore e produttore Dario Argento (Roma, 1940). DARIO ARGENTO - THE EXHIBIT è ospitata alla Mole Antonelliana di Torino - sede del Museo Nazionale del Cinema, ed è curata da Domenico De Gaetano e Marcello Garofalo, in omaggio al genio e all’opera del cineasta, visionario maestro del thriller. L'esposizione è un percorso cronologico attraverso tutta la sua produzione, dagli esordi de L’uccello dalle piume di cristallo (1970) al suo ultimo lavoro Occhiali neri (2022), recentemente presentato al Festival del Cinema di Berlino nella sezione Special Gala. Orari: 9-18, chiuso il martedì. Info: www.museocinema.it/it/mostre/dario-argento-exhibit

LEGGI ANCHE: Al Museo del Cinema di Torino in mostra Dario Argento (e i suoi incubi)

Il celebre manichino di Profondo Rosso creato da Carlo Rambaldi

TORINO. Musei Reali

  • Da venerdì 13 a domenica 15 maggio 2022

Tanti gli appuntamenti per il prossimo fine settimana da trascorrere ai Musei Reali, fra aperture straordinarie, mostre, cacce al tesoro e laboratori di archeologia.

Sabato 14 maggio, dalle 19.30 alle 22.30 (ultimo ingresso ore 21.30), i Musei Reali aderiscono alla Notte Europea dei Musei che, quest’anno, coincide con la finale dell’Eurovision Song Contest Torino 2022. La tariffa di ingresso speciale è di 1 Euro per visitare Palazzo Reale con l’Armeria, la Cappella della Sindone, il primo piano della Galleria Sabauda e il Museo di Antichità con la Galleria Archeologica: l’inedita sezione permanente del Museo di Antichità è dedicata alle civiltà del Mediterraneo antico, dove sono esposti reperti di rara bellezza e di inestimabile valore storico. I visitatori vi possono ammirare più di mille oggetti raccolti in oltre quattrocento anni di collezionismo sabaudo. Un viaggio a ritroso nella Storia grazie a un affascinante percorso espositivo, suddiviso in cinque sezioni, articolato lungo dieci sale e allestito attraverso forme espressive contemporanee.

Attività per famiglie

Domenica 15 maggio, alle ore 15.30, appuntamento con MRT Green Adventure. In occasione dei Kid Pass Days i Musei Reali di Torino propongono una caccia al tesoro per famiglie in cui grandi e piccini dovranno risolvere divertenti indovinelli che li guideranno alla scoperta dei Giardini Reali: tra creature fantastiche, personaggi storici, fiori e alberi antichi il loro compito sarà quello di immortalare con il proprio cellulare i vari soggetti per completare un percorso fotografico che li porterà a ricevere un colorato omaggio. Un modo nuovo per scoprire tutti gli aspetti più curiosi e nascosti dei giardini. Costo del biglietto € 10, oltre all’ingresso ridotto ai Musei Reali. Biglietti online su www.coopculture.it – informazioni: info.torino@coopculture.it

Le attività con CoopCulture

Sabato 14 maggio e domenica 15 maggio, alle ore 11 e alle ore 15.30, appuntamento con Benvenuto a Palazzo. Le guide e gli storici dell’arte CoopCulture vi aspettano per condurvi in una visita guidata alla scoperta delle sale di rappresentanza del primo piano di Palazzo Reale e dell'Armeria, un itinerario per scoprire o riscoprire la storia e la magnificenza della prima reggia d’Italia. Costo dell’attività: € 7 oltre al biglietto di ingresso ridotto ai Musei Reali (€ 13 ordinario, € 2 da 18 a 25 anni, gratuito under 18). Biglietti online su Musei Reali di Torino | CoopCulture– e-mail info.torino@coopculture.it

È possibile prenotare una visita ai percorsi speciali dei Musei Reali:

  • venerdì 13 maggio alle ore 16, visite agli appartamenti della regina Maria Teresa, al Gabinetto del Segreto Maneggio e alle Cucine;
  • sabato 14 maggio alle ore 16, visita al secondo piano di Palazzo Reale;
  • domenica 15 maggio alle ore 16, visita all’appartamento per i Principi Forestieri che conserva intatte le originali decorazioni settecentesche, in un susseguirsi di ambienti tra i più sorprendenti del Palazzo.
4 foto Sfoglia la gallery

TORINO. Vivian Maier Inedita

  • Fino al 28 giugno 2022 - Musei Reali

Dal 9 febbraio fino al 26 giugno, le Sale Chiablese ospitano l’esposizione Vivian Maier Inedita con oltre 250 scatti, tra cui molti inediti, video Super 8 e oggetti personali della fotografa americana. Curata da Anne Morin, la mostra presenta anche una sezione dedicata alle fotografie che Vivian Maier realizzò durante il suo viaggio in Italia, in particolare a Torino e Genova. Dopo una prima tappa al Musée du Luxembourg di Parigi, l’esposizione arriva in Italia e ha come obiettivo quello di raccontare aspetti sconosciuti o poco noti della misteriosa vicenda umana e artistica della fotografa. Vivian Maier Inedita è o-organizzata da diChroma e dalla Réunion des Musées Nationaux - Grand Palais, prodotta dalla Società Ares srl con i Musei Reali e il patrocinio del Comune di Torino e sostenuta da Women In Motion, un progetto ideato da Kering per valorizzare il talento delle donne in campo artistico e culturale. Info: www.museireali.beniculturali.it

2 foto Sfoglia la gallery

CARMAGNOLA. Notte dei Musei

  • Sabato 14 maggio 2022 - Dalle 20 alle 23 - Ingressi gratuiti

La Notte Europea dei Musei è una manifestazione che si tiene ogni anno in tutta Europa e ha l'obiettivo di avvicinare all'arte un maggior numero di persone, permettendo l'apertura serale dei musei e delle aree archeologiche statali per una grande serata di cultura, arte e bellezza.

Da quest’anno anche Carmagnola parteciperà a questa iniziativa con lo scopo di offrire un’esperienza insolita ai visitatori e di coinvolgere i cittadini nella scoperta del patrimonio artistico e culturale della propria città, con un occhio di riguardo ai bambini e ai ragazzi grazie ad eventi organizzati in collaborazione con la Biblioteca Civica Rayneri-Berti.

I musei carmagnolesi coinvolti nella iniziativa sono quattro, con apertura straordinaria ed eventi in programma tra le ore 20 e le ore 23 ad ingresso gratuito.

All’Ecomuseo della Cultura della Lavorazione della Canapa (Via Crissolo, 20) Ilaria Curletti, archivista del comune, leggerà il testo dal titolo “Carmagnola-Marsiglia-Parigi: dalla giacca di canapa alla canzone che rivoluzionò un’epoca: La Carmagnole”. Generazioni di Carmagnolesi hanno coltivato, commerciato e “vestito” la canapa che, dal Tardo Medioevo al secolo scorso, fu il prodotto d’eccellenza della nostra agricoltura. Le tele e i cordami erano infatti conosciuti e apprezzati non solo nei mercati piemontesi e liguri, ma anche in quelli della Francia del sud. Qui emigrarono molti contadini di Carmagnola i quali si distinguevano per la loro giacca corta, la Carmagnola, confezionata con la tela di canapa. La giubba, l’omonima canzone e l’Albero della Libertà furono, come noto, alcuni dei simboli della Rivoluzione Francese. Attraverso le carte dell’Archivio Storico comunale, si ripercorrerà quanto accadde in Città nel dicembre 1798 quando venne piantato l’Albero della Libertà.

Al Museo Tipografico Rondani (Via Santorre di Santarosa, 12), tra le ore 20 e le ore 23 sono in programma visite guidate e "La notte che cambiò la storia” con racconti sugli straordinari accadimenti avvenuti a Carmagnola nella notte tra il 9 e il 10 marzo del 1821, quando per un attimo le alte vicende storiche del nostro Paese si intrecciarono con quelle più umili della piccola comunità carmagnolese. Per maggiori info e prenotazioni: 333 8894508 | associazionemuseinsieme@gmail.com

Al Museo Civico di Storia Naturale (Via San Francesco di Sales,188) si svolgerà il laboratorio “Dinosauri al museo” a cura di Claudia Maero della Biblioteca Civica Rayneri-Berti e di Gloria Ramello del Museo Civico di Storia Naturale. Evento dedicato soprattutto a un pubblico di bambini e ragazzi, che attraverso esemplari museali, libri e realtà aumentata aiuterà i più giovani (e non solo) a comprendere in modo giocoso l’affascinante storia dell’evoluzione dei dinosauri in uccelli.

Presso il Museo Civico Navale (Piazza Mazzini, 1) si terrà invece “Un mare di libri”, esposizione di opere sul tema del mare a cura del personale della Biblioteca Civica Rayneri-Berti.

PINEROLO. Cellule in arte

  • Sabato 14 maggio 2022 - Ore 15 - Castello di Miradolo, frazione San Secondo

“Cellule in Arte” è l’attività per famiglie del laboratorio mobile di Scienza Senza Confini in cui si imparerà a osservare al microscopio tessuti animali e vegetali e poi, prendendo ispirazione dalle immagini che appariranno, si darà vita a colorate rappresentazioni artistiche con il materiale vegetale raccolto nel Parco del Castello di Miradolo e oggetti di recupero a cui sarà attribuita una nuova funzione. Matite, pennarelli, pastelli a cera o ad olio, gessetti, acquerelli, tempera, tutto per dare spazio alla fantasia e alla creatività.

“Cellule in Arte” è un laboratorio sulle cellule, l’elemento fondamentale della vita di piante ed animali. Ogni cellula è un micro-mondo che contiene tutto ciò che serve agli organismi viventi. Le cellule sono interconnesse tra di loro e formano tessuti funzionali. La maggior parte sono talmente piccole che ad occhio nudo non è possibile osservarle ma attraverso un microscopio e con tecniche di colorazione particolari possono apparire come vere opere d’arte.

Le opere realizzate saranno esposte.

  • Età consigliata: 5-11 anni; Costo: 8 euro a bambini
  • Per i genitori l’attività è inclusa nel biglietto di ingresso al parco o alla mostra.
  • Prenotazione obbligatoria: 0121 502761 prenotazioni@fondazionecosso.it

Giorni e orari di apertura del Parco e della Mostra

  • Venerdì, sabato, domenica e lunedì ore 10/19 (ultimo ingresso ore 17)
  • Ingresso libero, prenotazione consigliata: 0121 502761 prenotazioni@fondazionecosso.it
  • La prenotazione è obbligatoria per le attività e le visite guidate
  • Tariffe: ingresso al parco con audioguida
  • Ingresso: 5 €
  • Gratuito: fino a 6 anni, Abbonamento Musei e Torino+Piemonte Card, Passaporto culturale

SANTENA. 89esima Sagra dell'Asparago

  • Dal 6 al 15 maggio 2022 - Piazza Martiri della Libertà

Ll’orticoltura d’eccellenza del Pianalto torna protagonista della tavola e degli eventi santenesi, con l’89ª edizione della Sagra dell’Asparago di Santena, patrocinata dalla Città Metropolitana di Torino. Il taglio del nastro inaugurale è in programma alle 18,30 di venerdì 6 maggio con Sonia De Castelli al PalAsparago in piazza Martiri della Libertà, struttura in cui ogni sera saranno servite ricette tipiche, che nei weekend sarà possibile gustare anche a pranzo. Dopo la sfilata folkoristica con i personaggi storici del Piemonte saranno presentati quei personaggi che, a livello locale, simboleggiano la Sagra: la Bela Sparsera e so’ Ciatarin. Nei dieci giorni della manifestazione, oltre al tradizionale stand gastronomico, sono in programma mercatini, presentazioni di libri ed eventi turistici. Delle serate musicali ad ingresso gratuito saranno protagonisti dj come Tony Mix e band come i Non Plus Ultra e i Divina.

Per informazioni si può chiamare il numero telefonico 392-4531719, consultare il sito www.prosantena.it o scrivere a prolocosantena@gmail.com o a prolocosantena@pec.it Tutti i dettagli della manifestazione si possono scoprire nel sito Internet www.asparisagra.it

3 foto Sfoglia la gallery

 

VINOVO. Domenico della Rovere

  • Dal 19 marzo al 12 giugno 2022 - Castello di Vinovo

Nella storia dell’arte italiana il Rinascimento ha un protagonista assoluto nel cardinale Domenico Della Rovere, esponente di spicco di una potente famiglia aristocratica il cui castello, a Vinovo, è una delle più importanti testimonianze della stagione post medioevale in cui l’Italia guidò il rifiorire dell’arte, della letteratura, della scienza e della filosofia. Il maniero dei Della Rovere è il protagonista della mostra curata dallo storico Ilario Manfredini, che sarà aperta al pubblico da sabato 19 marzo a domenica 12 giugno.

L’esposizione, patrocinata dalla Regione Piemonte, dalla Città Metropolitana di Torino, dalla Città di Torino e dall’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento, proporrà una ricostruzione della straordinaria stagione artistica promossa da Domenico Della Rovere e dalla sua famiglia in Piemonte e in altre regioni.

Nelle stanze del castello di Vinovo si potranno ammirare miniature, pitture, documenti e riproduzioni provenienti da vari musei e biblioteche, che segneranno con una puntuale ricostruzione scientifica e filologica la visita agli ambienti del complesso architettonico che è una delle realizzazioni più significative nel panorama artistico del Quattrocento piemontese e che deve il suo splendore e il suo valore storico proprio a Domenico Della Rovere.

5 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter