Menu
Cerca
Dopo il 7-0 con il Milan

Torino Calcio, rivolta granata: tifosi imbufaliti contro la squadra e il presidente Cairo

Una sconfitta umiliante che getta nello sconforto gli aficionados. Cairo preso di mira, ma non tutto è perduto: decisiva la partita di sabato con lo Spezia.

Torino Calcio, rivolta granata: tifosi imbufaliti contro la squadra e il presidente Cairo
Sport Torino, 13 Maggio 2021 ore 09:55

Torino Calcio, rivolta granata: i tifosi imbufaliti contro squadra e dirigenza dopo la clamorosa sconfitta per 7-0 contro il Milan. (nella foto di copertina, l'immagine super-postata come sfottò al presidente Cairo che faceva il gesto del 7 alla presentazione della sua rete tivù).

La pagina ufficiale del Toro su Facebook conferma la propria vicinanza ai colori sociali ma la tifoseria non ne può più.

Umiliante giocare per non retrocedere

Già la lotta per restare in Serie A, con la squadra relegata agli ultimi posti in classifica e i "cugini" bianconeri sopra di ben 37 punti in classifica, sembrava un'umiliazione. Ma la botta di mercoledì 12 maggio 2021 con l'irridente sconfitta incassando addirittura 7 gol è stato troppo. Ecco alcuni dei commenti non esaustivi che testano il polso della curva.

Lorenzo B.: "Sarebbe inutile insultare la squadra, dico solo che meritiamo la Serie B". Piero F.: "15 anni di queste penose figure... Tutti a casa a partire dal presidente. Basta figure di m.". Marco G.: "Noi eternamente innamorati del toro, traditi ancora una volta". Salvatore G.: "Vergognatevi, non siete degni di portare questa maglia". Serena V.: "Vergognatevi per i bambini che avete fatto piangere e per gli anziani che seguono con amore questa squadra da settant’anni". Arcangelo C.: "Nemmeno i dilettanti di serie D potevano fare peggio. In ritiro subito e senza stipendio". Paolo L.: "Del presidente non dico più nulla perché ho perso la voce". Paolo A.: "In 52 anni di tifo granata ricordo pochissime umiliazioni come questa". Roberto P.: "Cairo sei stato capace di farci venire il voltastomaco".

Il presidente Cairo nel mirino

Tifosi in rivolta per la situazione in cui versa il Torino Calcio, quindi. Proprio il presidente Urbano Cairo è stato messo nel mirino dai tifosi torinisti, che ne reclamano le dimissioni e invocano la vendita della squadra. C'è addirittura un'iniziativa del gruppo "Resistenti Granata" che si era auto-tassati per acquistare spazi pubblicitari e pubblicare inviti a vendere la società. Si rimprovera al patròn di Corriere e Gazzetta, nonché editore della rete televisiva La7, di non aver investito abbastanza soldi per acquistare giocatori di valore. Un valzer di allenatori, con qualche scelta sbagliata, la stagione storta della squadra e alcuni episodi sfavorevoli hanno decretato gli scivoloni che stanno costando al Torino la Serie A.

Ma non tutto è ancora perduto. La partita decisiva sarà contro lo Spezia (sabato alle 15) e per assurdo basterebbe un pari ai granata e ai liguri per stare un pochino più tranquilli e credere ancora nella Serie A. Con un punto a testa, infatti, entrambe le squadre staccherebbero il Benevento e la salvezza potrebbe arrivare all'ultima giornata. Certo, vincere sarebbe il top, e fra i granata rientrano i calciatori più forti (Belotti su tutti). Allora, Forza Toro per questo ultimo decisivo sforzo!