Menu
Cerca
Filippo ancora primo

Giro d'Italia: Top Ganna, il sogno del Piemonte su due ruote, resta in maglia rosa

Il fortissimo ciclista verbano non è più solo imbattibile a cronometro. Mantiene il primato anche nella terza tappa da Biella a Canale (Cuneo). Domani Piacenza - Sestola (Mo).

Giro d'Italia: Top Ganna, il sogno del Piemonte su due ruote, resta in maglia rosa
Sport Torino, 10 Maggio 2021 ore 17:20

Giro d'Italia: "Top Ganna" maglia rosa per il terzo giorno di fila, non è più solo un gioco di parole per titolisti spiritosi, ammiccando alla potenza esplosiva dei jet nel famoso film del 1986, ora Filippo Ganna è davvero un... "top".

Filippo è davvero un... "top"

In tutti i sensi: sportivo, mediatico, personale... il 25enne nato a Verbania è il personaggio-clou di questi primi giorni di Giro d'Italia. La prima giornata l'ha incoronato maglia rosa, e c'erano pochi dubbi: una cronometro di 9 chilometri, corta, da "sparo" come si dice in gergo, non poteva che essere sua. Lui che nella corsa contro il tempo non teme rivali e già fa azzardare paragoni importanti con i big delle lancette di sempre: da Wiggins a Moser, da Froome a Cancellara, l'empireo dei ciclisti su strada è pronto ad accoglierlo. Anzi, volendo ben vedere, il piemontese Filippo è forse superiore ad alcuni di loro. La prima tappa, si diceva, se l'è mangiata in un boccone: una prova a cronometro per le strade cittadine di Torino era già timbrata su con il suo nome e cognome. Infatti ha sbaragliato gli avversari subito a freddo: con una velocità media pazzesca di 59 chilometri orari (di media!) si è piazzato al primo posto. Secondo pure un italiano, Edoardo Affini, staccato di 10".

Non solo corse contro il tempo

Ganna però ha dimostrato di non essere solo l'uomo delle lancette: subito il giorno dopo, domenica 9 maggio 2021, ha dato prova di grande forma e lucidità anche in una tappa che non c'entrava niente con le sue caratteristiche. Si correva da Stupinigi a Novara, una piatta tappa per velocisti puri (ovvero gli sprinter da ultimi cento metri, caratteristica in cui Filippo non eccelle). Ebbene, a metà percorso ha dato una frustata a tutti per aggiudicarsi (proprio in volata) i 3 secondi di abbuono del traguardo volante di Vercelli. Una mossa da "cannibale" che si vuole prendere tutti i secondi possibili per mettere fieno in cascina, un traguardo sprintato come fosse un velocista d'assalto: primo, fra lo stupore degli altri alla sua ruota. Poi avanti, mai piano, fino al traguardo dove pure è rimasto fra i primi fino agli ultimi 500 metri.

Oggi si va in provincia di Cuneo

Rimane maglia rosa, il ragazzo, e per un altro giorno si gode il primato. Oggi, terza tappa piemontese, corre ancora con la maglia rosa sulle spalle. E sarà così anche domani perché il simbolo del primato ha resistito indosso a Filippo per il terzo giorno consecutivo! Martedì 11 maggio 2021 si corre da Piacenza a Sestola (178 chilometri) e ci sono alcuni "strappi" che potrebbero tagliare le gambe al grande Filippo: in alcuni punti la salita toccherà anche il 14% di pendenza. Non certo l'ideale per un crono-man come lui, che comunque ha già tranquillamente detto di volersi mettere al servizio del suo capitano Egan Bernal. Lo Stesso Ganna ha ammesso che la quarta tappa potrebbe costargli la maglia, ma la sua consapevolezza è sinonimo di forza perché sa di correre nella squadra favorita per la vittoria del Giro.

 

 

La terza tappa del Giro, da Biella a Canale (Cn)
La quarta tappa del Giro, da Piacenza a Sestola (Mo)

Incrociamo quindi le dita per il Giro d'Italia, ovviamente tutto il Piemonte è con... top Ganna!