Contestati anche i Dpcm restrittivi

La Destra in piazza contro immigrazione e “porti aperti”

Striscioni e fumogeni davanti al Cpr di Torino. Nel mirino la politica di "immigrazione indiscriminata" a fronte delle restrizioni imposte agli italiani.

La Destra in piazza contro immigrazione e “porti aperti”
Politica Torino, 18 Dicembre 2020 ore 11:39

Immigrazione e porti aperti, la Destra scende in piazza. Nel mirino degli attivisti anche i Dpcm restrittivi del Governo Conte. Secondo i contestatori, un evidente assurdo di fronte alla politica di… “aperture” perseguita invece nei confronti degli immigrati.

Fra striscioni, cori e fumogeni

Lo striscione dietro cui hanno sfilato i ragazzi del circolo identitario Aliud, infatti, recitava lo slogan “Italiani segregati, porti spalancati”. Il corteo, rumoroso e coreografico ma comunque pacifico, ha raggiunto il centro per gli immigrati di Torino (formalmente definito Cpr ovvero Centro di Permanenza e Rimpatrio). Una trentina i militanti presenti, alcuni con casacche a tema che recavano le scritte “Riconquista la tua terra”. Evidente il richiamo ad un senso della nazione che di recente sembra essersi smarrito. Oggetto della manifestazione l’imminente emanazione delle nuove restrizioni natalizie, da parte del Governo, simultaneamente all’approvazione dei nuovi decreti sull’immigrazione. Attivisti di destra contro i porti aperti dunque.

“Folle politica immigrazionista”

Così il referente di Fratelli d’Italia Enrico Forzese:

“Siamo scesi in piazza davanti al Cpr di Torino per contestare la folle politica immigrazionista del Governo, che chiude in casa gli italiani spalancando però le porte agli immigrati. Decine di migliaia di lavoratori sono in difficoltà, molte famiglie non sanno come arrivare a Natale, ma l’unica preoccupazione di chi ci governa è smantellare i Decreti Sicurezza per spalancare i porti. Siamo stufi di avere un governo anti-italiano. Ma l’Italia resterà in piedi contro tutti e si rialzerà ancora una volta. In questo caos istituzionale, l’apertura totale dei confini è l’ennesima ferita inferta all’Italia. Difendiamo i nostri i confini, proteggiamo l’Italia”.

LEGGI ANCHE: Truffa sentimentale e riciclaggio: 19 arresti

Il bilancio della Questura sulla criminalità nel Torinese: i dati di questo terribile 2020

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità