Piazza Castello

Damilano incontra i lavoratori ex-Embraco al presidio permanente

Il candidato sindaco del centrodestra ha assicurato il proprio impegno per risolvere la situazione: "Nessuno dev'essere lasciato indietro".

Damilano incontra i lavoratori ex-Embraco al presidio permanente
Politica Torino, 24 Giugno 2021 ore 10:54

Il candidato sindaco del centrodestra Paolo Damilano ha incontrato i lavoratori ex-Embraco al presidio permanente in Piazza Castello per attestare solidarietà e promettere interventi in caso di vittoria alle elezioni.

Una "sponda" non da poco

Una "sponda" non da poco per i 400 a rischio, visto che Damilano è al momento considerato in vantaggio per quanto riguarda la competizione elettorale amministrativa in programma a inizio ottobre. La vicenda ex-Embraco ha tenuto banco negli ultimi mesi perché, fra Riva di Chieri e Belluno (Wanbao-Acc) sono oltre 500 le persone col fiato sospeso. I lavoratori torinesi si sono mobilitati da tempo per assicurare la propria presenza in piazza così da ricordare a tutti (soprattutto alle Istituzioni) che c'è un problema grosso da risolvere. L'ultima "buona notizia" (fra virgolette) è stata la proroga della cassintegrazione fino a dicembre. Ma non basta. Ora Damilano ha assicurato il proprio impegno per risolvere la delicata situazione.

Le persone, i nomi e i volti

Così il candidato sindaco della lista "Torino Bellissima":

"Embraco è una parola, ma dietro quella parola ci sono persone, nomi, volti. Oggi li ho incontrati in piazza Castello. Confesso che è stato doloroso vedere persone con questa voglia di fare e di non arrendersi costrette a scendere in piazza per dare una speranza alle loro famiglie. Non deve più accadere, nessuno deve essere lasciato indietro e dimenticato. Abbiamo vissuto due anni di emergenza sanitaria e abbiamo capito quanto sia importante la salute. Subito dopo viene il lavoro. Quello che sarà il mio impegno: la mia più grande preoccupazione è riuscire a portare lavoro in città. Dobbiamo dannarci l’anima per prossimi cinque anni per portare a Torino i progetti più virtuosi dal punto di vista industriale. La grande sfida passa da qui, ma non solo: ogni crisi industriale deve essere al centro del progetto della Torino futura".

Secondo Damilano, infine, nessuno dovrebbe essere costretto a fare quello che fanno i lavoratori a rischio licenziamento. Il candidato sindaco del centrodestra ha promesso che starà al loro fianco e si farà portavoce delle loro istanze in tutte le sedi.

(nella foto di copertina, Damilano discute con i rappresentanti dei lavoratori ex-Embraco)