TORINO

Sviluppo rurale, sono 315 milioni di euro i finanziamenti complessivi attivati nel 2023 dalla Regione

Presidente Cirio e assessore Agricoltura Protopapa “Abbiamo rispettato i tempi di apertura dei bandi e assicurato il sostegno agli agricoltori e ai territori rurali”

Sviluppo rurale, sono 315 milioni di euro i finanziamenti complessivi attivati nel 2023 dalla Regione
Pubblicato:

Sono 315 milioni di euro i finanziamenti complessivi attivati nel 2023 dalla Regione Piemonte che hanno permesso l’apertura di 20 bandi del Complemento di sviluppo rurale del Piemonte 2023 -2024. Si tratta di circa il 40% della dotazione finanziaria assegnata al Piemonte, 750 milioni di euro (modificata rispetto agli iniziali 756 milioni di euro in quanto il Piemonte ha destinato l’1% al contributo di solidarietà a favore della Regione Emilia Romagna).

“Abbiamo assicurato il sostegno ad aziende agricole, imprese, consorzi di tutela ed enti locali e ai territori locali con l’apertura dei primi bandi che rispondessero alle esigenze del comparto e del territorio rurale, puntando anche sugli interventi agroclimaticoambientali. L’obiettivo è aprire nel 2024 nuovi bandi per rispondere alle numerose richieste di contributo e per questo abbiamo presentato al Ministero dell’agricoltura una modifica finanziaria delle nostre risorse”, precisano il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’assessore regionale all’Agricoltura e cibo Marco Protopapa.

L'approvazione del Complemento di sviluppo rurale

A seguito dell’approvazione del Complemento di sviluppo rurale del Piemonte nel mese di febbraio, ad aprile l’Assessorato all’Agricoltura ha aperto i primi bandi agroclimaticoambientali con 125 milioni di euro in totale per interventi di produzione integrata, agricoltura biologica, cover crops, per investimenti sulla gestione idrica, benessere animale e l’apicoltura, arrivando a fine anno con l’apertura del cosiddetto “pacchetto giovani” con 45 milioni di euro per il ricambio generazionale e investimenti nelle aziende agricole, 20 milioni di euro per investimenti per l’innovazione delle aziende e 30 milioni per le imprese agroindustriali, 58,5 milioni di euro per interventi di cooperazione (tra cui sostegno ai Gal, Gruppi di azione locale), oltre 4 milioni per la formazione e attività dimostrative.

Essendoci stata una notevole partecipazione ai bandi 2023 agroclimaticoambientali la Regione ha deciso di richiedere al Ministero dell’agricoltura la modifica della dotazione finanziaria del Complemento di sviluppo rurale, chiedendo di destinare altri 30 milioni di euro sull’intervento produzione integrata e 6 milioni di euro per il benessere animale.

Nel 2024 infatti verranno aperti nuovi bandi sugli interventi agroclimaticoambientali, tra questi produzione integrata, interventi specifici per le risaie, conservazione agrobiodiversità, agricoltura biologica, benessere animale.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali