Economia
Tutti a Mirafiori

Stellantis chiude Grugliasco, 1.100 lavoratori fanno fagotto

La decisione ratificata al Ministero dello Sviluppo economico alla presenza delle rappresentanze sindacali. C'entra il processo di "elettrificazione".

Stellantis chiude Grugliasco, 1.100 lavoratori fanno fagotto
Economia Torino, 12 Ottobre 2021 ore 10:08

Stellantis chiude Grugliasco e trasferisce la produzione a Mirafiori, unificando i due siti produttivi in uno solo.

1.100 dipendenti ex-Fiat

Ovviamente la notizia è rimbalzata nelle case dei tanti lavoratori che dovranno fare armi e bagagli per seguire l'attività: sono 1.100 i dipendenti ex-Fiat che devono subire questa decisione dei cosiddetti "piani alti". La notizia è stata discussa e ratificata nel corso di una riunione al Ministero dello Sviluppo economico a Roma (presenti anche i sindacati) ma la scelta arriva dai vertici della multinazionale che ricomprende Fiat-Chrisler Automobiles e la francese Peugeot. Ovvero, a cascata, una decisione presa da John Elkann (38% delle quote di Dicembre Società Semplice che controlla Exor e Fca) e dall'amministratore delegato Carlos Tavares. Evidentemente con concrete motivazioni legate alla produttività e al reddito, alle spese e ai ricavi come ogni top-manager è abituato a fare.

Non ci saranno esuberi

Le attività della ex-Bertone (oggi Agap, sigla che significa Avvocato Giovani Agnelli Plant) di Grugliasco saranno spostate a Mirafiori. Là resterà solo la "lastratura" che sarà trasferita nel 2024. Secondo le rassicurazioni garantite in sede di discussione al Ministero, non ci saranno esuberi. Lo riferiscono fonti sindacali. Oggi a Grugliasco si producono le Maserati Ghibli e Quattroporte ma Stellantis ha un progetto per l’elettrificazione della gamma abbastanza ambizioso: più di un osservatore ha però fatto notare che proprio questa conversione energetica potrebbe portare inconvenienti a livello sindacale. Tavares d'altronde ha sempre parlato chiaro: Alfa Romeo diventerà full electric dal 2027 e a Termoli (in Molise) si passerà alla produzione di batterie per veicoli elettrici con la cosiddetta gigafactory. E cosa ne sarà dello storico stabilimento di Grugliasco?

Sarà una scatola vuota

Molti temono che si trasformerà in una scatola vuota (di notevoli dimensioni peraltro). I dipendenti saranno forse incentivati all'esodo? Che vuol dire auto-licenziarsi intascando un po' di contanti in più...

Scelte, legate alla situazione di ciascuno, che devono essere condivise e discusse però a livello generale. La chiusura dello stabilimento intitolato al compianto Avvocato Agnelli è stata ufficializzata da Davide Mele, responsabile e referente di Stellantis in Europa e presente al vertice del Mise.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Ragazzine terribili rapinano un'anziana: prese al fast-food