Menu
Cerca
Dal 26 al 28 novembre

XV edizione della Notte europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori di Torino

Sette giorni di conferenze, panel, spettacoli, laboratori, esperimenti, maratone, quiz e giochi.

XV edizione della Notte europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori di Torino
Cultura Torino, 26 Novembre 2020 ore 16:32

Dal 26 al 28 novembre ricercatrici e ricercatori incontreranno il pubblico on line con conferenze, panel, spettacoli, laboratori, esperimenti, maratone, quiz e giochi.

 

500 ricercatrici e ricercatori

Le ricercatrici e ricercatori coinvolti nella manifestazione sono oltre 500 per 7 giorni di programmazione, 80 ore di live streaming, 25 ore di video on demand, 200 ore di live chat e 300 classi coinvolte per 85 proposte di attività per le scuole. La nuova Notte Europea della Ricercatrici e dei Ricercatori sarà inoltre uno strumento di educazione. Una programmazione specifica è stata pensata per le scuole primarie e secondarie, con giochi, quiz, esperimenti, conferenze e dibattiti proposti dalle ricercatrici e dai ricercatori dell’Università e del Politecnico di Torino, dei Centri di ricerca del territorio e dei Musei cittadini. Al grande pubblico sono dedicati format di informazione e intrattenimento ideati per l’occasione in collaborazione con artisti/e e professionisti/e della divulgazione scientifica. È previsto anche un gioco a premi – La Notte dei Goal – che invita il pubblico a mettersi alla prova sui temi dell’Agenda 2030.

Il programma

GOOD MORNING TORINO
Dal 23 al e 30 novembre, dalle 9 alle 13.

Canale streaming: definito dai ricercatori con le classi

Un format rivolto alle scuole di ogni ordine e grado nel periodo faticoso che stanno attraversando: una settimana di matinée in streaming video per arricchire con la ricerca e con incontri nuovi la quotidianità a scuola e quella della Didattica A Distanza. Giochi, quiz, esperimenti, conferenze e dibattiti proposti dai gruppi di ricerca di Atenei e Istituti di ricerca insieme con enti culturali del territorio raccolti in una programmazione dedicata divisa per scuole primarie e secondarie di I e II grado.

FINESTRE SULLA RICERCA 
Dal 23 novembre, tutto il giorno | chat live: 27 novembre, orari: 11>13 | 14>16 | 16>18

Canale Youtube di Sharper / chat privata dei gruppi di ricerca.

Cosa succede durante un esperimento? Come funziona un prototipo? Quali sono gli attrezzi di una sociologa o quelli di un linguista? E come si fa ricerca nei musei? Finestre sulla ricerca è una serie di oltre 100 video attraverso i quali entrare nei laboratori dell’Università e del Politecnico di Torino, negli Enti di ricerca e nei Musei del territorio. Quasi 25 ore di scienza da guardare quando e dove vuoi tu! Vedrai ricercatrici e ricercatori alle prese con i loro strumenti e oggetti di studio. E per i più curiosi sarà possibile chiacchierare con i protagonisti dei video il 27 novembre in chat.

LA MARATONA DELLA RICERCA 
26, 27 e 28 novembre, dalle 15 alle 19

Canale streaming: Facebook Unito e Polito e su Unito Media

Per tre pomeriggi circa 50 ricercatrici e ricercatori di diverse discipline si susseguiranno per raccontare il loro lavoro, mentre i conduttori li sfideranno a rispondere a domande bizzarre, a sfatare miti, bufale o stereotipi su particolari temi e sulla scienza in generale, sul processo di prove ed errori che porta alla conquista di nuove conoscenze. La Maratona della ricerca è un viaggio alla scoperta della bellezza della ricerca scientifica, tecnologica, sociale e umanistica e di come l’Università, il Politecnico e gli Enti di ricerca del territorio stanno affrontando le sfide globali poste dall’Agenda 2030.

 

LA NOTTE DEI GOAL 
26, 27 e 28 novembre, dalle 15 alle 19

Canale streaming: Facebook, durante la diretta de La Maratona della Ricerca

Quanto ne sai di sostenibilità? Mettiti alla prova con il quiz sugli obiettivi di sviluppo sostenibile realizzato grazie alla collaborazione inedita con ISTAT e vinci cultura! In palio oltre 200 Abbonamenti per i Musei del Piemonte e della Valle d’Aosta e buoni libro da spendere presso COLTI – il Consorzio delle Librerie Torinesi Indipendenti. La Notte sceglie così di sostenere concretamente il “consumo della cultura”, con un occhio sia agli operatori culturali sia ai consumatori (famiglie e cittadini, più o meno giovani, perché la cultura resti accessibile anche in questo momento di crisi).

SALTO NOTTE2. Speciale Notte Europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori
27 novembre, ore 21.00

Canale streaming: Facebook di Salone Internazionale del Libro di Torino, Unito e Polito e su  Unito Media

Progettato e realizzato con il Salone Internazionale del Libro di Torino, un talk show ispirato al format Salto Notte per indagare cosa significhi fare ricerca, la bellezza dell’esplorazione, della curiosità e anche dei fallimenti a essa connessi, in un viaggio interdisciplinare con ricercatrici e ricercatori, scrittrici e scrittori che parte dal presente distopico che stiamo vivendo. Le suggestioni e le analisi letterarie apriranno la strada a una serie di conversazioni su alcuni temi e interrogativi che l’attuale emergenza sanitaria ha reso più che mai centrali. Cos’è la complessità e come si fa a studiarla? E cosa significa, per uno scienziato, fare una previsione? Si parlerà del dibattito fra ricercatori e della condivisione di informazioni scientifiche, di etica e di sistemi sociali, e del ruolo che incertezza ed errori giocano nella ricerca.

 

Tutto il team della Notte delle Ricercatrici e dei Ricercatori

La Notte Europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori 2020 è stata organizzata dall’Università e dal Politecnico di Torino con Università di Scienze Gastronomiche, INFN-Sezione di Torino, ISTAT, INRIM – Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica, CNR-IPSP – Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante; in collaborazione con Salone Internazionale del Libro, Abbonamento Torino Musei e Torino Città Metropolitana; con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo, nell’ambito del Sistema Scienza Piemonte. L’evento si svolge nell’ambito del progetto nazionale Sharper – SHAring Researchers’ Passion for Evolving Responsibilities, finanziato dalla Commissione Europea all’interno del Programma Quadro Europeo per la Ricerca e l’Innovazione HORIZON 2020.

 

 

LEGGI ANCHE:

GiovedìScienza torna da novembre a marzo con 10 conferenze tutte in streaming e molto interattive