Arrestato

Minaccia il medico con un coltello per avere il certificato di invalidità

Si tratta di 41enne senza fissa dimora disoccupato e pregiudicato. Provvidenziale l'intervento dei carabinieri.

Minaccia il medico con un coltello per avere il certificato di invalidità
Cronaca Canavese, 25 Novembre 2020 ore 11:21

Armato di coltello minaccia il medico per avere il certificato di invalidità al 100%, arrestato un 41enne di Cuorgnè pregiudicato senza fissa dimora.

41enne arrestato

I Carabinieri della Stazione di Rivarolo Canavese, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, per violenza aggravata e resistenza a Pubblico Ufficiale R.T., 41enne, residente a Cuorgnè, di fatto senza fissa dimora, disoccupato, pregiudicato.

Armato di coltello minaccia il medico per il certificato di invalidità

La vicenda è accaduta nei giorni scorsi, intorno alle ore 20, a Rivarolo Canavese. Il 41enne, sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, si è presentato presso il Centro di Igiene Mentale armato di un lungo coltello in acciaio pretendendo che il medico redigesse un certificato attestante la sua invalidità al 100%, ritenendo che l’integrale riconoscimento della percentuale di infermità gli sarebbe valso un aumento della pensione attualmente percepita dall’INPS.

Minacce

Il medico si è barricato nello studio e ha immediatamente allertato il 112. I carabinieri, giunti sul posto si sono trovati davanti l’uomo, in evidente stato di agitazione, mentre brandiva il coltello e pronunciava frasi sconnesse, paventando il compimento di atti autolesionistici, dapprima puntando il coltello alla sua gola, e poi rivolgendo l’arma contro i militari costringendoli ad indietreggiare. Nella circostanza, i carabinieri, dopo averlo tranquillizzato, approfittando di un momento di distrazione, sono riusciti a disarmarlo e immobilizzarlo, traendolo in arresto.

Processato per direttissima

Il Tribunale di Ivrea, dopo aver convalidato l’arresto, all’esito del giudizio direttissimo lo ha condannato alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità