nel 2015 il tso fatale

Un anno e sei mesi allo psichiatra e ai vigili urbani responsabili della morte di Andrea Soldi

Soddisfazione per i famigliari che vorrebbero però che fossero presi anche dei provvedimenti disciplinari.

Un anno e sei mesi allo psichiatra e ai vigili urbani responsabili della morte di Andrea Soldi
Cronaca Torino, 20 Ottobre 2020 ore 15:13

La Corte d’Appello ha condannato a un anno e sei mesi lo psichiatra Pier Carlo Della Porta e i vigili urbani Enri Botturi, Stefano Del Monaco e Manuel Vair accusati di omicidio colposo di Andrea Soldi.

Andrea Soldi morto per un Tso

Andrea Soldi, 45 anni, era affetto da schizofrenia paranoide, ed è morto a seguito di un Tso (trattamento sanitario obbligatorio) nell’agosto del 2015 in piazza Umbria. In primo grado, nel maggio 2018, erano stati condannati a un anno e otto mesi di carcere. Secondo la ricostruzione della Procura, Andrea, che non voleva seguirli in ospedale, sarebbe stato afferrato da dietro le spalle e stretto al collo con una manovra. Caricato in ambulanza, è poi morto al Maria Vittoria.

 

La speranza dei famigliari

Dopo la sentenza i famigliari della vittima hanno dichiarato di essere soddisfatti, ma sperano che vengano presi dei provvedimenti disciplinari. E poi ci sarebbe un’altra richiesta: che la panchina di piazza Umbria, dove Andrea Soldi era solito sedersi, gli sia intitolata. Così che la sua storia non venga dimenticata dalle generazioni future, perché Andrea era malato e non pericoloso e non si dovrebbe mai morire durante un Tso.

Leggi anche:

Tentato stupro, 17enne in manette

 

Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità