Caso Parisi

Tutti gli esperti della Procura per risolvere il giallo: oggi l’autopsia su Gioele

Tutti gli esperti della Procura per risolvere il giallo: oggi l’autopsia su Gioele
Torino, 26 Agosto 2020 ore 10:56

Oggi, mercoledì 26 agosto 2020, è il giorno dell’esame autoptico sul corpo del piccolo Gioele Mondello. O meglio, sui “resti” recuperati nella campagna di Caronia dopo la scoperta dell’ex carabiniere 55enne, ma già in pensione, Giuseppe Di Bello. Perché poi, alla fine, non s’è capito fino in fondo di cosa stiamo parlando, se di ossa, quante parzialmente rispetto allo scheletro, oppure se anche di tessuti. Pure il dettaglio della maglietta sarebbe stato smentito.

Caso Parisi: tutti gli esperti della Procura

In ogni caso, il corpicino (o quel che ne rimane) era stato occultato sotto uno strato di foglie dietro un cespuglio, in mezzo alla macchia mediterranea ed è rimasto preda di insetti e animali selvatici per ben 16 giorni.

Resta da capire come Viviana Parisi sia riuscita a portarlo fin lì (provato che sia stata lei) se fino a quel punto l’ex militare è riuscito ad arrivare solo facendosi largo non senza fatica fra i rovi con una falce.

Comunque, per l’esame autoptico e gli accertamenti genetici e morfologici, il procuratore Cavallo ha selezionato un “dream team” di esperti:

  • la prof.ssa Daniela Sapienza, professore associato di Medicina Legale presso l’università di Messina, medico legale; Elvira Ventura Spagnolo, medico legale;
  • il prof. Stefano Vanin, professore associato di zoologia presso l’università di Genova, entomologo;
  • Rosario Fico, responsabile del Centro di Referenza Nazionale per la Medicina Forense Veterinaria, in servizio presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana “Aleandri”, zoologo, esperto in materia di segni e tracce animali impresse sui corpi;
  • la dott.ssa Rita Lorenzini, in servizio presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana “Aleandri” – Laboratorio di Diagnostica Molecolare Forense, zoologa e genetista esperta in materia di fauna selvatica e non;
  • la prof.ssa Roberta Somma, presso l’università di Messina, geologa forense, esperta nell’analisi di terreni e resti umani in essi conservati”.

In prima linea anche il criminologo Picozzi

E poi c’è Massimo Picozzi, criminologo piuttosto longevo anche nel panorama televisivo nazionale, segno apparente di costanza e affidabilità. Così il procuratore di Patti Angelo Cavallo:

“Si è inoltre proceduto oggi a conferire incarico di consulenza tecnica al prof. Massimo Picozzi, docente di psichiatria presso le Università di Parma e Bocconi di Milano, al fine di acquisire informazioni precise sullo stato di salute mentale e psicologico della Signora Parisi, alla luce della documentazione medica acquisita e di ogni altro elemento di eventuale interesse”.

Massimo Picozzi

Picozzi, profiler tra i più accreditati, ha iniziato la sua carriera mediatica con la suora di Chiavenna (Sondrio) assassinata da tre ragazze sataniste del luogo, e poi il suo nome si è accostato a tutti i principali casi controversi di cronaca degli ultimi decenni: Cogne naturalmente, ma anche Novi Ligure (Erika e Omar), le Bestie di Satana, la strage di Erba, Yara Gambirasio, l’omicidio di Avetrana.

Allo psicologo in particolare il compito di capire se la tesi dell’omicidio-suicidio sia compatibile con le condizioni della 43enne mamma torinese, ma anche di capire il perché della “fuga” terminata inaspettatamente a Caronia e i tanti passi anomali compiuti lungo il percorso.

 

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità