In stato di alterazione

Tira un pugno a un poliziotto: “Non ce la faccio più, mi faccio arrestare”

Aveva litigato con la compagna e si era autoprocurato dei graffi sul collo, arrestato 33enne.

Tira un pugno a un poliziotto: “Non ce la faccio più, mi faccio arrestare”
Torino, 10 Giugno 2020 ore 12:59

In precedenza aveva litigato con la compagna: il 33enne aveva la maglietta sporca di sangue e dei graffi sul collo che si era autoprocurato.

Tira un pugno a un poliziotto per “farsi arrestare”

Domenica sera, mentre erano in transito in corso Massimo D’Azeglio a Torino, alcuni agenti della Squadra Volante sono stati avvicinati da un uomo che, attraversata la carreggiata, dice di avere la necessità di parlare con loro. Il giovane era in stato di alterazione psicofisica, presentava escoriazioni al collo e aveva la maglietta sporca di sangue. Ai poliziotti ha detto di aver avuto una lite con la compagna. Mentre veniva identificato il 33enne pronunciava frasi sconnesse sulla sua relazione, per poi esplodere: “Non ce la faccio più, adesso mi faccio arrestare”, ha sbottato improvvisamente colpendo con un pugno un poliziotto.

LEGGI ANCHE: Picchia la moglie davanti alla figlia e sradica il citofono per evitare che possa chiedere aiuto

Ferite autoprodotte

Il gesto ha portato all’arresto dell’uomo per lesioni e resistenza a Pubblico Ufficiale. Gli agenti si sono poi anche sincerati delle condizioni di salute della compagna che, pur avendo confermato la lite, non presentava alcun segno di violenza fisica. I poliziotti hanno poi appurato che le ferite al collo erano state autoprodotte dallo
stesso arrestato.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità