Cronaca
Bussoleno

Fiaccolata No Tav e strade gremite: "Libertà per Stefano e Dana"

Gli attivisti "Si parte insieme, si torna insieme".

Fiaccolata No Tav e strade gremite: "Libertà per Stefano e Dana"
Cronaca Val Susa, 18 Settembre 2020 ore 09:38
Bussoleno illuminata dalle luci delle fiaccole nella serata di ieri, giovedì 17 settembre, per protestare contro la carcerazione dell'attivista No Tav Dana Lauriola e i domiciliari inflitti all’ex terrorista di Prima Linea ora attivista No Tav Stefano Milanesi.

Fiaccolata per Dana e Stefano

Piazza Cavour e vie adiacenti piene di persone che hanno aderito alla manifestazione No Tav in segno di solidarietà a Dana Lauriola, arrestata nella mattinata di ieri e condotta al carcere delle Vallette. Nella medesima giornata
i carabinieri hanno notificato i domiciliari per 5 mesi all’ex terrorista di Prima Linea ora attivista No Tav Stefano Milanesi, per un assalto al cantiere di Chiomonte avvenuto nel 2015. Per Stefano e Dana si è chiesta la libertà.

"Si parte e si torna insieme"

Poche semplici parole che sono il nostro credo: SI PARTE E SI TORNA INSIEME
Anche oggi la valle sta dimostrando che questo è più di uno slogan. Siamo tantissimi alla fiaccolata per Dana e Stefano, tantissimi pronti a raccogliere il testimone nella lotta, non potete incarcerare le nostre idee!
Con questo messaggio affidato alla pagina Facebook Notavinfo gli attivisti hanno spiegato le ragioni della protesta.

Un serpentone di volti, di voci, di fiaccole sta attraversando Bussoleno per gridare la propria indignazione per quanto successo oggi! #notav

Pubblicato da Notavinfo Notav su Giovedì 17 settembre 2020