Le Vallette

Risarcito il detenuto rinchiuso per 210 giorni in una cella minuscola senza acqua calda

A riconoscere un "trattamento inumano e degradante" è stato il tribunale di Sorveglianza di Siena.

Risarcito il detenuto rinchiuso per 210 giorni in una cella minuscola senza acqua calda
Torino, 29 Giugno 2020 ore 11:45

Per il detenuto, scontata la sua pena tra Torino e San Gimignano, il 23 giugno è stato disposto dal giudice un risarcimento di 1.680 euro.

Meno di metri quadrati

Ha vissuto in meno di tre metri quadrati in una cella che veniva aperta soltanto quattro ore al giorno. Zero privacy e un lavandino per lavarsi, da cui sgorgava solo acqua fredda. Così ha vissuto per 210 giorni consecutivi nel carcere delle Vallette di Torino un detenuto.

LEGGI ANCHE: Bimbo di 5 anni lancia una gattina di tre mesi dal balcone, vano il tentativo di salvarla

Risarcito

A riconoscere un “trattamento inumano e degradante” è stato il tribunale di Sorveglianza di Siena, dando il via libera al risarcimento. Un problema comune, legato al nodo del sovraffollamento delle carceri, che vede costretti molti giudici a concedere il risarcimento economico ai condannati che non hanno ricevuto una reale opportunità di riabilitazione scontando la pena.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Curiosità