Omicidio di Piazza della Repubblica

Quattro ore sotto i ferri, ma l'assassino non è ancora in salvo

L'uomo è un nordafricano e il delitto sarebbe maturato nell'ambiente dei clochard. Inutile ogni soccorso per il povero Abdellah Masrare.

Quattro ore sotto i ferri, ma l'assassino non è ancora in salvo
Cronaca Torino, 09 Settembre 2021 ore 13:34

Quattro ore sotto i ferri, delicata operazione per l'assassino che non è ancora definitivamente salvo. E' stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico, durato quattro ore, lo straniero di origini maghrebine sospettato di avere ucciso Abdellah Masrare, il 65enne originario di Casablanca colpito nel tardo pomeriggio di ieri con due fatali coltellate in Piazza della Repubblica, a Torino.

All'ospedale in Rianimazione

Ricoverato in Rianimazione all'ospedale Molinette, l'uomo è stabile, ma la prognosi resta riservata. Insomma, è vivo ma non ancora completamente in salvo. In stato di fermo, è stato bloccato dalla Polizia in Piazza Statuto, dove secondo una prima ricostruzione avrebbe tentato di suicidarsi probabilmente con lo stesso coltello usato per l'omicidio. Le indagini dalla Squadra Mobile della Questura di Torino sono coordinate dal pubblico ministero Francesca Traverso. Dai primi accertamenti, sembra che l'aggressione mortale sia avvenuta al culmine di un litigio per futili motivi davanti agli ex bagni pubblici che si affacciano sul mercato di Porta Palazzo, sede di quello che era considerato il mercato all'aperto più grande d'Europa.

La vittima era un clochard

La vittima era residente in un casa popolare di Barriera di Milano, ma da qualche tempo aveva trovato sistemazione nei dormitori. Anche ieri la vittima aveva con se dei sacchi neri con all'interno la sua roba. Quindi una tragedia maturata ai margini di una vicenda da guerra fra poveri, il che lascia ancor di più spazio ad amare riflessioni...

Sia come sia è questo l'ultimo aggiornamento sull'assassino operato per quattro ore e non ancora salvo. Le Forze dell'Ordine non hanno diramato le sue generalità perché formalmente, pur essendo piantonato, non c'è la certezza matematica che sia proprio lui l'accoltellatore. Comunque, una vera tragedia che ha scosso tutti gli astanti, compresi gli operatori della Polizia e dei Carabinieri giunti tempestivamente sul posto.

(foto di copertina di Edoardo Sismondi per Obiettivo News)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Sorpresa alle spalle e derubata della collana