Già raccolte oltre 6mila firme

Piemonte zona arancione ma scuole medie ancora a casa: scatta la petizione

Si chiama “I ragazzi delle scuole medie piemontesi devono tornare in classe!” ed è indirizzata al Presidente Cirio.

Piemonte zona arancione ma scuole medie ancora a casa: scatta la petizione
Cronaca Torino, 29 Novembre 2020 ore 10:15

Si chiama “I ragazzi delle scuole medie piemontesi devono tornare in classe!” ed è la petizione lanciata nulle ultime ore per riaprire le classi seconde e terze medie e che ha già raccolto oltre 6mila firme.

La petizione su change.org

Obiettivo? 7.500 sottoscrizioni. Ma in poche ore la petizione “I ragazzi delle scuole medie piemontesi devono tornare in classe!” ha raggiunto quota 6.468 firme. Dunque è probabile che raggiungerà presto il totale di firme cui aspira.

La protesta lanciata sulla piattaforma change.org, è rivolta al governatore del Piemonte Alberto Cirio. La richiesta è chiara: si chiede a Cirio che gli alunni delle classi seconde e terze delle scuole medie, (al momento ancora in didattica a distanza fino al 23 dicembre per effetto di una nuova ordinanza) tornino a scuola, come tra l’altro prevederebbe l’ingresso del Piemonte in “zona arancione” a partire da oggi, domenica 29 novembre 2020.

Il testo

Ecco il testo della petizione, mossa da Silvia Sabato:

Dal 29 novembre il Piemonte torna in zona arancione e la Regione Piemonte ha deciso di restringere le disposizioni nazionali obbligando i ragazzini delle seconde e terze medie a continuare la didattica a distanza.

Le scuole medie sono scuole di prossimità, i ragazzini non si avvalgono del trasporto pubblico per recarsi a scuola.

Sono minori di 14 anni, dunque necessitano di sorveglianza da parte dei genitori.

Si sono avviati da poco lungo il percorso dell’autonomia nello studio, peraltro avendo già compromesso metà del primo anno del nuovo ciclo scolastico a inizio pandemia; la didattica a distanza non può sostituirsi in alcun modo alla formazione in presenza per questa fascia d’età.

Riaprono i negozi al dettaglio e i ragazzini non tornano in classe?

Chiediamo che la Regione Piemonte rimuova immediatamente questa restrizione!

LEGGI ANCHE

Gli ambientalisti in Lombardia: “No alla riapertura degli impianti sciistici e no ai ristori”

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità