Corso Racconigi

Non è stato il vaccino a "uccidere" la donna morta mentre guidava

La Procura aveva aperto un'inchiesta, ma l'autopsia effettuata ha stabilito che il decesso è stato causato da un edema polmonare.

Non è stato il vaccino a "uccidere" la donna morta mentre guidava
Cronaca Torino, 24 Luglio 2021 ore 11:18

Non è stato il vaccino (AstraZeneca) a causare il decesso della donna morta la sera di domenica 18 luglio 2021 in Corso Racconigi. La sfortunata badante rumena è stata colpita da un edema polmonare, un evento compatibile con le sue condizioni di salute pregresse. A stabilirlo è stata l'autopsia effettuata venerdì 23 dal medico legale Clara Bioletti, incaricata dal pubblico ministero Chiara Canepa. L'esame autoptico era stato disposto poiché la donna, che abitava nel quartiere Borgo Vittoria, era stata vaccinata con il siero AstraZeneca sette ore prima del tragico evento. Si pensava quindi a un decesso correlato alla somministrazione vaccinale: esclusa, invece, qualsiasi correlazione. La signora si era sentita male mentre guidava ed aveva comunque fatto in tempo ad accostare l'auto, poi si era accasciata al suolo ed era morta lì in strada. Niente colpe al vaccino, quindi, per la donna morta in Corso Racconigi.