Cronaca
TORINO

Morte Fatima, la madre accusa il compagno: "L’ha lanciata di sotto apposta perché avevamo litigato"

L'azione degli inquirenti è ora indirizzata a capire se le parole della mamma sono lo sfogo di una donna addolorata o se ci sono riscontri veri.

Morte Fatima, la madre accusa il compagno: "L’ha lanciata di sotto apposta perché avevamo litigato"
Cronaca Torino, 19 Gennaio 2022 ore 13:55

Sulla vicenda della morte della piccola Fatima, deceduta giovedì scorso, emergono ancora degli sviluppi.

Il cambio di versione

La madre della bambina, Lucia Chinelli, dopo appena pochi giorni cambia versione davanti agli inquirenti e accusa il fidanzato Mohssine Azhar:

"L’ha gettata apposta perché avevamo litigato e lui era arrabbiato".

Sulla base di questa ultima versione è ora incentrata l'azione degli inquirenti che stanno cercando di capire se le parole della mamma sono lo sfogo di una donna addolorata o se ci sono riscontri veri che ha tenuto nascosto per paura nei confronti della magistratura e del compagno.

Risposte dall'autopsia

Intanto sono ore di attesa per gli inquirenti che aspettano il referto dell'autopsia che verrà eseguita oggi sul corpo della piccola Fatima, caduta dal balcone giovedì 13 gennaio 2022.

Dalle ultime rivelazioni, è emerso che sotto il ballatoio del fidanzato della madre, c’è una tettoia che sporge di circa 40 centimetri. Il medico legale quindi dovrà ricostruire la traiettoria di caduta della bimba, la direzione e la forza con cui Mohissine l’ha lanciata mentre giocavano.

Omicidio colposo

L'accusa di omicidio colposo è stata derubricata dal gip a Azhar Mohssine, il 32enne marocchino fermato per la morte della piccola Fatima.  Nonostante tutto, il fidanzato però rimane in carcere.

"Non vi erano contrasti - fa sapere il gip - tra lui e la madre, che avrebbero potuto innescare forme di patologica ritorsione".

Sulla vicenda sono in corso ulteriori chiarimenti che verranno chiesti anche agli amici di Azhar che erano con lui la sera della tragedia. Uno di loro ha raccontato che stava dormendo, quando il connazionale lo ha svegliato gridando:

"Svegliati, quel c… ha buttato giù la bambina".

Un tragico gioco

Come avevamo qualche giorno fa qui su Prima Torino, è stata in parte accolta la richiesta della difesa dopo che il 32enne aveva confessato che la piccola era caduta mentre i due stavano giocando in terrazzo. Secondo la ricostruzione dell'uomo quel tragico giorno i due si trovavano insieme sul balcone e per far divertire la bambina l'avrebbe lanciata in aria per fare il gioco del "vola vola". Ma per errore Fatima è precipitata nel vuoto per cinque piani.

Una tesi che ora, inevitabilmente, si scontra con la nuova versione fornita dalla madre di Fatima. Un caso, dunque, che rimarrà ancora per molto tempo agli onori della cronaca.

Seguici sui nostri canali