Menu
Cerca
Operativo da maggio

L’ospedale temporaneo del Valentino sarà convertito in hub vaccinale

La struttura già utilizzata nella seconda ondata della pandemia potrebbe così iniziare l’attività vaccinale nel mese di maggio.

L’ospedale temporaneo del Valentino sarà convertito in hub vaccinale
Cronaca Torino, 13 Aprile 2021 ore 09:41

L’ospedale temporaneo del Valentino potrebbe essere convertito in hub per le vaccinazioni contro il Covid: oggi la decisione.

L’ospedale temporaneo del Valentino convertito in hub vaccinale

In queste ore alla luce della pressione ospedaliera, che si conferma in fase di progressiva decrescita, l’Unità di Crisi della Regione Piemonte sta valutando la conversione dell’ospedale temporaneo del Valentino a Torino in hub per le vaccinazioni anti Covid. La struttura già utilizzata nella seconda ondata della pandemia potrebbe così iniziare l’attività vaccinale nel mese di maggio. La decisione del Dirmei, il dipartimento interaziendale delle malattie ed emergenze infettive, è prevista per oggi, martedì 13 aprile 2021.

Realizzata in un ex padiglione espositivo, la struttura, concepita fin dall’inizio per un uso flessibile, manterrà comunque una configurazione adatta a essere ritrasformata velocemente in assetto ospedaliero, qualora necessario in futuro.

Vaccinazioni di massa

L’hub vaccinale potrebbe essere operativo in corrispondenza dell’avvio della campagna di vaccinazione di massa della popolazione, prevista dal Piano nazionale. L’idea è di destinare la struttura alle vaccinazioni dei più giovani con orario anche h24. Si sta valutando inoltre anche la possibilità di affidarne la gestione a un soggetto privato, mediante l’avvio di una manifestazione di interesse.

Le vaccinazioni in Piemonte

Nel frattempo, sono 21.309 le persone che hanno ricevuto il vaccino contro il Covid comunicate ieri all’Unità di Crisi della Regione Piemonte (dato delle ore 18.30). A 2.783 è stata somministrata la seconda dose. 7.022 gli over80 e 7.468 i settantenni (di cui 511 vaccinati dai propri medici di famiglia).

Dall’inizio della campagna si è quindi proceduto all’inoculazione di 1.058.795 dosi (di cui 353.518 come seconde), corrispondenti all’85,3% di 1.239.440 finora disponibili per il Piemonte.

Per quanto riguarda le forniture in programma in settimana: mercoledì 14 aprile dovrebbero arrivare 110 mila dosi Pfizer e 11 mila dosi di Astrazeneca (queste ultime con due giorni di ritardo e dimezzate rispetto a quanto era previsto). Venerdì 16 aprile, invece, dovrebbero arrivare le prime 13 mila dosi circa di vaccini Johnson & Johnson.