Via Madama Cristina

Ladro beccato dalla Polizia si finge morto: arrestato

Un africano 30enne, sorpreso dalla Polizia dopo il furto di due telefoni cellulari, si è gettato a terra simulando un malore fatale.

Ladro beccato dalla Polizia si finge morto: arrestato
Cronaca Torino, 14 Dicembre 2020 ore 14:34

Ladro beccato dalla Polizia si finge morto per evitare l’arresto. Rubava i cellulari ai passanti e, all’arrivo della Polizia, non ha trovato di meglio da fare che nascondersi dietro un’auto e… fingersi morto! Protagonista della quasi comica disavventura un immigrato africano (originario della Costa d’Avorio per la precisione) arrestato dalla Polizia in zona San Salvario.

Scippati due telefoni cellulari

Intorno alle 18.30 di sabato gli agenti del Commissariato Centro sono stati chiamati in via Madama Cristina dove, nel giro di pochi minuti, si erano consumati due scippi (definiti anche furti con strappo ultimamente). Giunti sul posto, alcuni agenti si son messi subito alla ricerca del colpevole, mentre altri raccoglievano le testimonianze dei presenti. Che erano tutti più o meno concordi nel descrivere il balordo: nero, alto e con un giubbino giallo. Utilizzando le descrizioni fornite da alcuni cittadini presenti, mentre una pattuglia continuava a formalizzare le loro testimonianze, altri agenti hanno subito individuato il delinquente. Poco prima l’uomo, un trentenne originario della Costa d’Avorio, aveva sottratto il telefono a due persone in transito sulla via.

Beccato, si finge privo di sensi

Entrambi i derubati, aiutati dall’intervento di alcuni passanti, erano poi riusciti a raggiungerlo ricorrendolo ed a farsi ridare il proprio cellullare. L’africano è quindi stato immediatamente ritrovato dagli agenti del Commissariato Centro accovacciato dietro una macchina in via Monti, come se stesse giocando a nascondino. In realtà il suo vero scopo era proprio quello di rendersi irreperibile, per sfuggire alle maglie della Giustizia. Addosso aveva solo una felpa ed un paio di pantaloni perché mentre scappava si era liberato del proprio cappotto giallo per essere meno riconoscibile. Prima di essere condotto presso gli uffici della Questura, ha tentato un’ultima carta (piuttosto comica per la verità) gettandosi per terra a corpo morto e fingendo un malore fatale. Ciononostante, sono per lui scattate le manette per furto aggravato e resistenza a Pubblico Ufficiale. Ladro finto morto arrestato dalla Polizia, quindi.

LEGGI ANCHE: Sparatoria in strada: denunciati tre stranieri

Manifestazione No Tav in Val di Susa: bombe carta e sassi, feriti 2 poliziotti

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità