Accuse pesanti

Incendio Piazza Carlo Felice: artigiano 56enne indagato per il rogo

Le fiamme hanno devastato due condomìni rendendo inabitabili, o comunque al momento inagibili, decine di appartamenti, mansarde ed attici.

Cronaca Torino, 06 Settembre 2021 ore 15:32

Continuano senza sosta le operazioni (da parte dei Vigili del Fuoco) di messa in sicurezza e le indagini per capire come mai si sia sviluppato un incendio in uno dei palazzi storici, situato in piazza Carlo Felice, di frontealla stazione di Porta Nuova, nel centro di Torino.

Interventi sul tetto del palazzo

Il rogo ha devastato due condomini rendendo inabitabili, o comunque al momento inagibili, decine di appartamenti, mansarde ed attici. Le squadre dei Vigili del Fuoco, da venerdì scorso, sono sul posto per la messa in sicurezza del tetto del palazzo e per il recupero dei beni dagli appartamenti delle famiglie lì residenti.

Un indagato

La Procura di Torino ha inoltre iscritto nel registro degli indagati un artigiano di 56 anni, il fabbro che venerdì mattina stava installando una cassaforte nell'attico da cui è partito l'incendio. L'ipotesi di reato è incendio colposo.
Nei giorni scorsi, dopo il sopralluogo del pm Alessandro Aghemo, titolare dell'inchiesta, sono stati posti i sigilli all'attico, che è l'unico appartamento posto sotto sequestro.