Menu
Cerca
Corso Galileo Ferraris

Furto di bici, in manette ladro italiano 52enne

Vari episodi in pochi giorni: povertà e disperazione sono le molle che spingono questi balordi a sopravvivere rubacchiando qua e là.

Furto di bici, in manette ladro italiano 52enne
Cronaca Torino, 26 Maggio 2021 ore 11:48

Continuano i piccoli reati come il furto di bici, dettati dalla difficoltà economica e dalla disperazione: in manette ladro italiano 52enne. I colpevoli, negli ultimi giorni, sono quasi sempre poveri disgraziati ridotti "alla canna del gas" come si diceva una volta. L'altro ieri un 49enne torinese si è ferito alle mani nel tentativo di rubare una bici . Oggi tocca a un 52enne, sempre torinese, dover fare i conti con la Giustizia sempre per furto di bici, un reato da... fine '800.

Accovacciato e sorpreso

Accovacciato su una bicicletta, intento a rompere la catena che la assicurava ad un palo con un tombino è stato sorpreso dagli agenti della Squadra Volante: si tratta di un 52enne italiano colto in flagranza di reato. Il fatto è accaduto in via Fratelli Carle angolo Corso Galileo Ferraris. Un residente in zona si è accorto del tentativo di furto della bici ed ha avvisato il 112 Nue (Numero Unico di Emergenza). Nel giro di pochi istanti una pattuglia della Polizia di Stato è arrivata sul luogo ed ha bloccato il ladro, rimettendo nella loro sede due tombini che l’uomo aveva rimosso al fine di rompere la catena che teneva al sicuro il velocipede.

Familiarità con i furti

Gli accertamenti effettuati in Questura sul balordo hanno fatto emergere una particolare familiarità dell’uomo coi furti: ben 15 precedenti specifici, 11 dei quali lo hanno condotto addirittura in carcere; altre quattro volte era stato arrestato. L’uomo era anche sottoposto alla misura dell’obbligo di firma in caserma dallo scorso mese di aprile. Una sorta di habitué quindi, questo ladro italiano colpevole del furto di bici, che stavolta dovrà andare a processo.