Cronaca
Barriera di Milano

Finto sposo per evitare l'arresto vomita 13 dosi di crack in Commissariato

Uno spacciatore africano (pregiudicato) ha tentato di ingannare gli agenti ma gli è andata male; poi il disgustoso "show" negli uffici di Polizia.

Finto sposo per evitare l'arresto vomita 13 dosi di crack in Commissariato
Cronaca Torino, 04 Ottobre 2021 ore 12:50

Finto sposo atteso al matrimonio per evitare l'arresto, poi vomita 13 dosi di crack in Commissariato. Un 32enne senegalese, ben noto agli agenti del Commissariato Barriera di Milano per precedenti in materia di stupefacenti, è stato fermato per un controllo nei giorni scorsi in via Palestrina dalla volante di zona.

Parlava male perché...

L’uomo, senza permesso di soggiorno, si esprimeva con difficoltà con i poliziotti: faceva fatica a parlare perché sembrava avere in bocca qualcosa... Gli agenti quindi, insospettiti, notavano degli involucri colorati all’interno del suo cavo orale. Pertanto, i poliziotti gli hanno intimato di alzare la lingua e mostrare cos'aveva in bocca. A questo punto, il trentaduenne iniziava a inghiottire velocemente le dosi noncurante del rischio: se una di queste "palline" si rompe nello stomaco sono guai grossi, si rischia il ricovero in ospedale e la lavanda gastrica. A suo carico è quindi scattato il fermo di Polizia: capito che sarebbe stato tradotto in Questura, l'africano ha cominciato a dare fuori di matto asserendo che da lì a poche ore avrebbe dovuto sposarsi.

Vomita 13 dosi di crack

Informato che sarebbe stato arrestato per la detenzione dello stupefacente, ha tentato la fuga senza riuscirci, dopodiché ha vomitato ben tredici dosi di crack. Forse pensava di impietosire gli agenti ed essere lasciato libero, ma gli è andata male. Lo straniero, in passato già sottoposto al divieto di dimora a Torino ed anche all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria, è stato arrestato per  detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Questa dunque la curiosa notizia dello spacciatore che fa il finto sposo per evitare l'arresto e poi vomita 13 dosi di crack in Commissariato. Rimane, a margine del tutto, lo stupore di fronte alla noncuranza con cui questa gente inghiotte droga in notevoli quantità con il rischio che uno degli involucri si possa rompere nella pancia: c'è chi ha rischiato di morire per questo, ma sembra che la cosa non interessi più di tanto...

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Carabiniere fuori servizio sgomina banda di "passeurs"