Luriano e Val di Chy

Estate alla marijuana: arrestati due spacciatori col "pollice verde"

Doppia operazione dei Carabinieri: in manette un pensionato di 61 anni che aveva alcune piantine in orto e oltre 4 kg in frigo.

Estate alla marijuana: arrestati due spacciatori col "pollice verde"
Cronaca Torino, 15 Agosto 2021 ore 08:01

Estate all'insegna della marijuana: continuano anche nei caldi giorni a cavallo di Ferragosto i sequestri di cannabis da parte delle Forze dell'Ordine. E' la droga più leggera che c'è, ma comunque illegale in Italia, e i Carabinieri ne hanno scovata una gran quantità nel corso di due diverse operazioni portate a compimento nei giorni scorsi. Sono anche state arrestate due persone che coltivavano piantine di "maria" in quantità tale da poter escludere l'uso personale.

Il primo blitz a Lauriano

Il primo blitz dei militari è avvenuto a Lauriano, nell’hinterland torinese, dove i Carabinieri hanno bloccato un pensionato di 61 anni che in un campo vicino alla propria abitazione aveva allestito una piccola coltivazione di "erba" composta da 10 piante. Una successiva perquisizione nella casa dell’uomo ha consentito di rinvenire, all’interno del frigorifero per evitare i guasti del caldo dell'estate, ben 4,5 chili di marijuana già confezionata, oltre a materiale per la preparazione delle dosi di stupefacente e ad un bilancino di precisione. La grande quantità di sostanza, unita al dettaglio del bilancino di precisione per pesare al milligrammo, hanno convinto gli inquirenti che l'uomo sia uno spacciatore e non un semplice "fumatore".

L'operazione a Val di Chy

Seconda operazione a Val di Chy (To) dove analoga sorte è toccata a un 39enne nella cui abitazione i militari della Stazione di Valchiusa hanno recuperato 52 grammi di erba, 230 grammi di trinciato della stessa sostanza e dei rami di cannabis appesi in essicazione, oltre a materiale per l’allestimento di una serra casalinga (lampade, fertilizzanti ecc.). Sono state anche trovate quattro piante coltivate nel giardino di pertinenza della casa.

Entrambi i soggetti sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre la "maria" è stata sequestrata per le analisi di rito e sarà poi distrutta nell'inceneritore della Questura.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Arrestato per furto e rimesso in libertà: ri-arrestato due giorni dopo