Entrambi stranieri

Due latitanti beccati in Barriera Milano dalla Polizia

I due, un senegalese e un gambiano, sono stati fermati quasi casualmente per un controllo e sono risultati ricercati da oltre un anno.

Due latitanti beccati in Barriera Milano dalla Polizia
Cronaca Torino, 06 Settembre 2021 ore 14:51

Individuati due latitanti nell’arco di sole 24 ore, ed entrambi in Barriera di Milano. Continuano i controlli della Polizia di Stato nel quartiere Barriera Milano: nei giorni scorsi gli agenti del Commissariato di zona hanno individuato due cittadini stranieri latitanti.

Al Parco Sempione

Il primo si trovava all’interno del Parco Sempione, lo scorso sabato pomeriggio: alla vista degli agenti si è allontanato con disinvoltura ma è stato fermato e  controllato. Il trentaduenne, africano (del Gambia per la precisione), pluripregiudicato, era ricercato dal 24 agosto 2020 in quanto colpito da un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Torino  per la condanna di due anni di reclusione per reati inerenti agli stupefacenti.

Nel secondo caso invece, personale della Squadra Volante del Commissariato ha notato in Piazza del Ghirlandaio un giovane africano (del Senegal per la precisione) e lo avvicinava per controllarlo. Il ragazzo, 25 anni, si è mostrato particolarmente insofferente, agitato e preoccupato.

L'obbligo di firma

Diceva agli agenti di essere in ritardo rispetto all'obbligo di firma da assolvere in una vicina stazione dei Carabinieri. Gli agenti, insospettitisi, effettuavano accurate indagini e scoprivano che il giovane era stato colpito nel mese di agosto dello scorso anno da un ordine di carcerazione per una pena di 18 mesi. Da allora si era reso irreperibile, di fatto latitante. Resta da capire come possa una persona vivere tranquillamente in città, in mezzo alla gente e dovendosi procurare un reddito, essendo ricercato e con i documenti non utilizzabili. Sia come sia, entrambi i due delinquenti sono stati tradotti in carcere.

Sono quindi stati arrestati in Barriera dalla Polizia questi due immigrati latitanti e ricercati da oltre un anno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Piantagione di "maria" in ditta: arrestato