corso giulio cesare

Droga nascosta nell’amuleto portafortuna che a quanto pare “non funziona” VIDEO

Trovate ben 17 dosi di crack dentro il grigrì del senegalese di 34 anni.

Torino, 10 Settembre 2020 ore 15:17

Non è di certo la prima volta che i pusher nascondono la droga in posti strani. Quello di usare i grigrì, amuleti portafortuna, poi sembra essere una pratica molto diffusa, peccato che non funzioni mai.

Un caso identico solo pochi giorni fa

Solo pochi giorni fa un cittadino gabonese era stato arrestato dopo essersi fatto trovare con addosso amuleti vudù belli pieni di cocaina.  Questa volta la fortuna ha girato alle spalle a un senegalese di 34 anni che, passate da poco le tre di notte di martedì scorso, si aggirava in Corso Giulio Cesare, all’altezza di via Palestrina.

 

La tentata fuga e la colluttazione

Avvicinato dagli agenti del Commissariato Barriera Milano l’uomo si comporta in modo sospettoso. I poliziotti si accorgono subito che nasconde qualcosa in una mano. Alla richiesta di mostrare di che cosa si tratti lo straniero scappa. In via Leinì il trentaquattrenne viene raggiunto e bloccato dopo una colluttazione che procura a uno degli agenti diverse escoriazioni.

Grigrì con sorpresa

Ed ecco saltare fuori dalla perquisizione tre grigrì. Uno di questi, modificato con un foro utilizzato per far uscire le dosi di stupefacente al suo interno ci sono ben 17 dosi di crack, il pusher viene arrestato per spaccio, oltre che per resistenza a Pubblico Ufficiale.

 

La badante punta l’eredità del nonnino e lo avvelena…ma lui si salva. Arrestata

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità