52 metri di diametro

Conclusi a Torino i lavori della rotonda sotterranea più grande d’Italia

Riapre oggi, dopo mesi di chiusura al traffico, il sottopasso del Lingotto

Conclusi a Torino i lavori della rotonda sotterranea più grande d’Italia
Torino, 18 Settembre 2020 ore 11:22

Riapre oggi, dopo mesi di chiusura al traffico, il sottopasso del Lingotto che il 16 maggio era stato bloccato per consentire i lavori della più grande rotonda d’Europa. Nel primo pomeriggio verrà effettuato il vero via libera per gli automobilisti torinesi, ma i lavori – naturalmente – sono già conclusi.

Presentata la copertura della rotonda sotterranea della ZUT

Il cronoprogramma è stato perfettamente rispettato: oggi, 18 settembre 2020, si può tranquillamente dire che sono stati completati i lavori della rotonda del Lingotto propedeutica alla Zona Urbana di Trasformazione (ZUT) nel perimetro dell’area denominata ex Fiat Avio.

Si tratta della prima rotonda sotterranea d’Italia  e d’Europa per dimensioni; 52 metri di diametro e una copertura in acciaio del peso di 700 tonnellate.

I lavori per la nuova sede di Regione Piemonte

Settimana importante per il complesso della sede unica della regione Piemonte, martedì  scorso è stato effettuato un sopralluogo da parte dell’Assessore al patrimonio Andrea Tronzano per la verifica dello stato dell’arte dei lavori per il complesso della nuova sede unica della regione che prevede: Torre per uffici, Centro servizi e 38 mila metri quadri di parcheggi. Nella nuova sede saranno trasferiti tutti gli Uffici della Regione attualmente distribuiti in 10 sedi operative sul territorio cittadino con oltre duemila dipendenti.

Maxi parcheggio interrato

Nell’area è previsto un parcheggio interrato di complessivi 38 mila metri quadrati, realizzato su tre livelli, con una capienza complessiva di 1138 posti auto. Il parcheggio è suddiviso in una zona aperta al pubblico disposta su due livelli per un totale di 1000 posti auto ed una zona disposta sul terzo livello interrato, che sarà adibita a parcheggio auto di servizio regionali con 138 posti auto. Gli accessi al parcheggio saranno due, uno su via Farigliano, l’altro attraverso la nuova viabilità interrata che dal sottopasso del Lingotto si svilupperà in direzione nord-sud parallelamente all’Oval.

Lavori per la viabilità interrata della rotonda

Terminati anche i lavori di realizzazione della viabilità interrata che sono a servizio anche della futura sede unica della Regione. Il 16 maggio scorso è stato chiuso il sottopasso del Lingotto, per permettere la fine dei lavori connessi alla realizzazione della rotonda sotterranea.

La rotonda è percorribile sia a livello interrato (piano stradale del Sottopasso Giambone) sia a livello superficiale (livello Oval-polo Fieristico Lingotto).

Per realizzare l’ultima parte del lavoro sono intervenute 165 betoniere a ritmo continuo per più di dieci ore, un ulteriore dimostrazione della grandezza di un’opera che non uguali. L’illuminazione e la segnaletica stradale sono stati gli ultimi interventi.

La prima rotonda sotterranea d’Italia è a Torino

Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità