Cronaca
Aveva 33 anni

Ciclista investito e ucciso da Volante della Polizia: la vittima è il designer Francesco Convertini

Il tragico incidente nella prima serata di mercoledì in corso Regina Margherita.

Ciclista investito e ucciso da Volante della Polizia: la vittima è il designer Francesco Convertini
Cronaca Torino, 24 Giugno 2022 ore 11:58

Ciclista investito e ucciso da Volante della Polizia in corso Regina Margherita: la vittima è il designer Francesco Convertini, aveva 33 anni.

Ciclista investito e ucciso da Volante della Polizia

Per Francesco Angelo Convertivi non c'è stato nulla da fare. E' stato travolto e ucciso da una volante della polizia. L'incidente è avvenuto nella serata di mercoledì in corso Regina Margherita nei pressi del sottopasso di piazza della Repubblica.

L'allarme è scattato intorno alle 20.30. Sul posto sono giunti immediatamente i soccorsi che però si sono rivelati vani. Il 33enne è infatti deceduto sul colpo e il personale sanitario non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. Sulla dinamica sono ancora in corso le indagini.

La dinamica

La Seat Leon della polizia e la bicicletta di Francesco Convertini sono sotto sequestro. Secondo quanto ricostruito fino ad ora, il ciclista dopo l'impatto è rotolato sul cofano, per poi essere sbalzato sull’asfalto morendo sul colpo. La procura di Torino ha aperto un fascicolo per omicidio stradale e le indagini sono affidate alla polizia municipale.

L’auto della Polizia stava tornando in commissariato, aveva un uomo in macchina che doveva essere sottoposto ad accertamenti. Le luci blu erano accese ma non la sirena, come sembra da una prima ricostruzione. Convertini è stato investito sulle strisce pedonali. A quell'ora, le 19.30 circa, il semaforo dovrebbe già essere impostato sul lampeggiante: ma sono in corso verifiche al riguardo.

La vittima

Nato a Putignano e residente a Locorotondo, Francesco Convertini, era un artista e designer piuttosto conosciuto. Laureato al Politecnico di Bari e di Torino, gestiva il laboratorio Quattroccì e in passato aveva curato diverse esposizioni nel capoluogo piemontese.

La sera del tragico incidente era appena uscito dal suo atelier, alla Cavallerizza. Tornava spesso a casa in bicicletta e abitava a poche centinaia di metri dal punto in cui è stato investito. Gli agenti sono scesi subito dalla volante per soccorrerlo, uno gli ha anche praticato il massaggio cardiaco fino all’arrivo dei sanitari del 118, ma nonostante i ripetuti tentativi di rianimazione nulla hanno potuto fare per salvargli la vita.

Convertini collaborava dal 2017 con Paratissima, i cui membri dello staff lo hanno voluto ricordare con un post su Facebook

Francesco Convertini per noi tutti non era solo un membro dello staff, ma un punto di riferimento, un compagno, un amico.
In tutto ciò che faceva riversava un entusiasmo smisurato, lavorando ai suoi progetti giorno e notte in una stanza vista mole.
La Cavallerizza era il suo grande progetto, tornare negli spazi in cui anni prima aveva ballato e festeggiato, e renderli suoi, aggiungere un tocco di Ciulicchio.
Oggi il nostro sudore si è trasformato in lacrime, ma troveremo la forza di aprire per te. A Francesco.

(Foto pagina Facebook: Paratissima)

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter