parella

Mari House: il nuovo progetto di co-housing dell'Arcidiocesi

Una residenza temporanea da cui ripartire per famiglie sfrattate, studenti fuori sede con scarse possibilità economiche e lavoratori precari di passaggio in città.

Mari House: il nuovo progetto di co-housing dell'Arcidiocesi
Attualità Torino, 24 Giugno 2021 ore 19:03

Emergenza casa: a Torino debutta un progetto di co-housing che ospiterà più di 60 persone.

Il Mari House

Una residenza temporanea da cui ripartire per famiglie sfrattate, studenti fuori sede con scarse possibilità economiche e lavoratori precari di passaggio in città.

Mari House nel quartiere Parella è il nuovo co-hosing dell'Arcidiocesi, l'ottavo gestito con la Caritas diocesana, che allarga l'esperienza della vicina residenza collettiva La Salette ex truttura per anziani occupata dai migranti nel 2014.

Non solo un tetto, ma un'accoglienza che si fa inclusione per prevenire l'indigenza in sinergia con le istituzioni.

Mari House può accogliere fino a 64 persone per un massimo di 18 mesi, gli ospiti contribuiranno alle spese secondo la loro capacità economica, l'investimento è di 2.5 milioni di euro di cui 800.000 dall'8 x Mille, 1 milione da sacerdoti e diocesi e il restante da fondazioni come Compagnia di San Paolo e Crt.