SANITA' D'ECCELLENZA

Inaugurata nuova sala di Elettrofisiologia all'Ospedale Mauriziano di Torino

Dotata delle più avanzate tecnologie disponibili per il trattamento ablativo delle aritmie, nonché per l'impianto di pacemaker e defibrillatori

Inaugurata nuova sala di Elettrofisiologia all'Ospedale Mauriziano di Torino
Pubblicato:
Aggiornato:

Nei giorni scorsi la Cardiologia dell’ospedale Mauriziano di Torino  (diretta dal dottor Giuseppe Musumeci) è stata dotata di una seconda sala di elettrofisiologia.

Nuova sala di elettrofisiologia al Mauriziano

La Cardiologia dell'Ospedale Mauriziano di Torino, diretta dal dottor Giuseppe Musumeci, ha recentemente inaugurato una seconda sala di elettrofisiologia, segnando un importante passo avanti nella gestione delle patologie aritmiche. Questa espansione risponde alla crescente necessità di trattamenti per disturbi come la fibrillazione atriale, che sono in costante aumento nella popolazione.

Leader nazionale nelle procedure di ablazione

La struttura di elettrofisiologia dell'Ospedale Mauriziano, sotto la guida del dottor Stefano Grossi, è riconosciuta come la prima in Piemonte e la prima in Italia tra gli ospedali pubblici per il numero di procedure di ablazione transcatetere eseguite. Questo posizionamento di eccellenza riflette l'elevato standard delle cure offerte e la competenza del team medico.

Investimento strategico

Per rispondere all'elevato afflusso di pazienti provenienti da tutta Italia, l'Azienda Ospedaliera Ordine Mauriziano, sotto la direzione del neo commissario dottor Roberto D'Angelo, ha investito circa un milione di euro per l'allestimento della nuova sala operatoria. Questa seconda sala è dotata delle più avanzate tecnologie disponibili per il trattamento ablativo delle aritmie, nonché per l'impianto di pacemaker e defibrillatori.

Riduzione liste d'attesa

L'introduzione della nuova sala di elettrofisiologia permetterà di ampliare significativamente le attività del reparto, riducendo sensibilmente le liste d'attesa per i pazienti affetti da patologie aritmiche. Questo miglioramento garantirà una risposta più tempestiva e adeguata alle esigenze terapeutiche dei pazienti, aumentando la capacità operativa dell'ospedale e migliorando la qualità delle cure fornite.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali