Attualità
Solo countdown e videomapping sulla Mole

A Torino annullato lo spettacolo di luci e suoni di Capodanno

Lo Russo: "Ci è dispiaciuto moltissimo prendere questa decisione, però la situazione sanitaria è tale che viene prima la salute rispetto ai festeggiamenti".

A Torino annullato lo spettacolo di luci e suoni di Capodanno
Attualità Torino, 28 Dicembre 2021 ore 16:11

E’ stato annullato lo spettacolo di luci e suoni di Capodanno a Torino. A deciderlo il sindaco Stefano Lo Russo, che ha spiegato di aver condiviso le richieste della Prefettura sottolineando che prima viene la salute dei cittadini.

A Torino annullato lo spettacolo di luci e suoni di Capodanno

Un countdown sulla Mole Antonelliana. Sarà questa l’unica iniziativa per il nuovo anno a Torino. Dopo la cancellazione della Marcia della Pace del Sermig, a causa del Covid, arriva anche l’annullamento dello spettacolo di luci e suoni in programma la sera di San Silvestro.

"La salute prima di tutto"

Il Sindaco Stefano Lo Russo spiega in un post su Facebook di aver condiviso le richieste di Questura e Prefettura.

A fronte del recente peggioramento della pandemia, la Giunta ha deciso di annullare lo spettacolo di Capodanno. Ci tenevamo molto, ci lavoravano da settimane.
Da Questura e Prefettura è arrivata la richiesta di evitare ogni occasione di assembramento e, alla luce di questo, abbiamo valutato di annullare lo spettacolo di luci previsto a Capodanno.
Manterremo countdown e videomapping sulla Mole Antonelliana. Ci è dispiaciuto moltissimo prendere questa decisione, però la situazione sanitaria è tale che viene prima la salute rispetto ai festeggiamenti di Capodanno.
Dobbiamo comprendere tutti il momento delicato che stiamo vivendo e si capisca che anche quest'anno la buona funzionalità del nostro sistema sanitario passa anche dai comportamenti responsabili di ciascuno.
Difendiamo noi stessi e le persone a noi care. Essere cittadini significa avere la responsabilità per le sorti altrui.

La Malamovida

Durante la riunione della Giunta è stata approvata anche una delibera che riguarda la malamovida. Nelle aree più interessate i divieti già decisi dalla precedente amministrazione diventano ora permanenti. Ecco quindi lo stop alla vendita d’asporto di alcolici e superalcolici dopo le 21 e il divieto di portare con sé bevande in contenitori di vetro o metallo. Dato che la decisione arriva con una delibera della Giunta e non con un’ordinanza sindacale non ci sarà bisogno di rinnovarla.

La scelta va anche nell’ottica di dare una risposta almeno parziale delle condanne della città al risarcimento dei danni ai residenti.

LEGGI ANCHE: Movida rumorosa a San Salvario: Comune condannato a risarcire 29 cittadini per oltre un milione di euro

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter