Vallette in lutto

Sorelline uccise da un albero: erano in campeggio grazie al Bonus vacanze

Il padre ha espresso il desiderio di portare a casa il prima possibile i due figli rimasti miracolosamente illesi.

Sorelline uccise da un albero: erano in campeggio grazie al Bonus vacanze
Torino, 01 Settembre 2020 ore 13:42

La famiglia Lassiri è distrutta dopo la morte assurda di due dei loro 4 figli: Jannat (neanche tre anni) e della 14enne Malak. Schiacciate da un pioppo di quattro metri che si è abbattuto sulla tenda dove dormivano in seguito al forte maltempo. La famiglia marocchina, residente da anni a Torino, si trova ancora a Massa Carrara, dove è avvenuta la tragedia, ma esprime il desiderio di tornare a casa. 

Tragedia in campeggio: la madre in stato di shock

Solitamente le vacanze erano l’occasione per tornare al Paese d’origine, in Marocco. Ma quest’anno, a causa delle restrizioni legate al Covid, Fatima e Hicham Lassir – badante e operaio edile – hanno deciso di restare in Italia. Usufruendo del bonus vacanze la famiglia ha portato i 4 figli a Massa Carrara, nel campeggio “Verde Mare”. Ed è proprio da quel luogo che ora il padre di famiglia spera di potersene andare quanto prima.

L’uomo ha infatti espresso il desiderio di portare via i suoi due figli di 9 e 19 anni, rimasti miracolosamente illesi. Al quartiere Vallette di Torino c’è una comunità che li attende a braccia aperte e che sta vivendo incredula questo lutto, a partire da Nonna Kahibia, straziata dal dolore. La signora Fatima non parla con i media: la Croce Rossa, che la sta seguendo, fa sapere che la madre delle sorelline decedute è in uno stato di shock.

Ospitati in albergo

La famiglia Lassiri si trova in albergo, ospitata dal Comune di Massa: “Fino a quando avranno bisogno”, ha detto il sindaco Francesco Persiani. Parenti e amici stretti li hanno raggiunti in Toscana, per fornire supporto in questo momento buio. Lo zio di Malak e Jannat, fuori dall’obitorio, si è abbandonato a uno sfogo: “Non si può morire per colpa di un albero”.

Proseguono le indagini

Parallelamente proseguono le indagini, per accertare eventuali responsabilità. Nei prossimi giorni sarà effettuta l’autopsia a Lucca sui corpi delle due minori. I genitori hanno acconsentito all’espianto degli organi. Si attende inoltre il responso della perizia dell’agronomo, incaricato di valutare le condizioni del pioppo.

Ira di FdI sul campo rom: “Sgombero fake di Appendino, roulotte ora in piazza d’Armi”

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità