"BosTer" in Val di Susa

Ripartenza Piemonte: fervono i preparativi per la fiera del bosco

Alla kermesse dedicata alla manutenzione boschiva e alle macchine agricole di montagna ci sarà anche il raduno delle Panda 4x4.

Ripartenza Piemonte: fervono i preparativi per la fiera del bosco
Fiere e manifestazioni Torino, 03 Giugno 2021 ore 11:17

Piemonte verso la ripartenza: non solo per le città popolose come Torino, Cuneo o Alessandria ma anche per i piccoli centri di montagna che ritrovano la loro fiera tradizionale dopo la parentesi pandemica. Ad esempio, manca ancora un mese alla attesa Fiera Internazionale “Boster Nord Ovest” (Boster sta per BOSco e TERritorio), rimandata nel 2020 a causa dell’emergenza Covid, ma già fervono i preparativi.

3 foto Sfoglia la gallery

Quest’anno si festeggia la decima edizione biennale 2002-2020. Da venerdì 2 a domenica 4 luglio 2021 finalmente, la suggestiva pineta di Beaulard, frazione di Oulx, nel cuore verde dell’alta Valsusa (in provincia di Torino), tornerà ad animarsi con gli espositori e gli stand di numerose aziende e realtà appartenenti al settore agroforestale. Si tratta del più grande evento all’aperto dedicato all’ambiente, ai boschi, all’economia forestale del legno, alla manutenzione del territorio e all’agricoltura di montagna.

Filiera del legno e dei boschi

L’unica manifestazione in Italia totalmente outdoor, rivolta alla valorizzazione delle filiere del legno, alla gestione del territorio e all'ultimamente tanto sbandierata green economy. Così gli organizzatori dell'evento:

“Grazie alla situazione sanitaria in miglioramento, Boster Nord Ovest si terrà, anche se con un anno di ritardo. Abbiamo naturalmente predisposto un protocollo sicurezza per la fiera, che prevede un check ai visitatori all'ingresso, un percorso di visita con ingresso e uscita diversi, piazzole distanziate e controlli anti-assembramento. Tutto questo al fine di garantire uno svolgimento sereno ed in sicurezza della manifestazione, tenendo anche conto che Boster è un evento totalmente all'aperto, in una valle nota anche per la sua ventosità”.

Quindi rispettando le elementari norme come mascherina e distanziamento i rischi di prendersi il Covid sono davvero quasi nulli (anche perché nel frattempo sale ogni giorno di più la percentuale di vaccinati).  La manifestazione mette al centro le prove dinamiche della meccanizzazione agroforestale, i lavori in bosco, la gestione e la manutenzione sostenibile del territorio montano attraverso la formula espositiva “tutto all’aperto”, ovvero nel reale contesto operativo di macchine, attrezzature e cantieristica per le filiere produttive del legno.

Il raduno delle Panda 4x4

Così Gianluigi Pirrera:

"Particolare attenzione è rivolta alla filiera legno-energia con un'ampia gamma di macchine ed attrezzature per la produzione di biocombustibili legnosi, l'esposizione a fiamma accesa di caldaie, stufe e camini e la possibilità di visite tecniche ad impianti realizzati sul territorio. Quest’anno ospitiamo il raduno di Panda 4x4, in collaborazione con il Panda 4x4 Off-road Club Italia, un momento di colore e spettacolo all'interno della manifestazione. Inoltre, alcuni studenti e studentesse di scienze forestali avranno modo di fare un'esperienza formativa straordinaria, partecipando direttamente alle varie fasi organizzative della manifestazione. Un'occasione unica per conoscere direttamente professionisti e aziende ed affacciarsi al mondo lavorativo”.

L'evento vanta un ampio partenariato che comprende la Regione Piemonte, il Comune di Oulx, la Città Metropolitana di Torino, il Consorzio Forestale Alta Val Susa oltre a varie associazioni di categoria. La kermesse si svolge su 40.000 metri quadri di area espositiva con 120 marchi rappresentati: numeri di una fiera unica nel suo genere e adatta a tutti, dagli specialisti del settore ai privati che vogliono trascorrere un paio d'ore all'aperto in un contesto boschivo. Tutto pronto quindi per preparare la fiera della ripartenza in Piemonte. Per maggiori info cliccare su www.fieraboster.it