Eventi
Tempo Libero

Cosa fare a Torino e provincia: gli eventi del weekend (5 - 6 marzo 2022)

Una selezione di appuntamenti imperdibili per il primo weekend del mese di marzo.

Cosa fare a Torino e provincia: gli eventi del weekend (5 - 6 marzo 2022)
Eventi Torino, 03 Marzo 2022 ore 10:24

(Immagine di copertina: Enzo Ferrari il rosso e il nero, collezione Piero Quaglino - Aspettando il Glocal Film Festival)

Gli appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo a Torino e provincia: i nostri consigli per sabato 5 e domenica 6 marzo 2022.

Cosa fare a Torino: gli eventi del weekend (5 - 6 marzo 2022)

TORINO. “Aspettando il Glocal Film Festival”

  • Venerdì 4 e domenica 6 marzo 2021

Dopo la riprogrammazione estiva del 2020 e l’edizione online del 2021 il GLOCAL FILM FESTIVAL è pronto a tornare in sala! La 21ª edizione del festival dedicato al meglio della cinematografia regionale sarà a Torino al Cinema Massimo MNC dal 10 al 14 marzo. Organizzato dall’Associazione Piemonte Movie e diretto da Gabriele Diverio, il festival accenderà i proiettori il 4 e il 6 marzo per due speciali eventi “Aspettando il Glocal”.

Venerdì 4 marzo, a 50 anni dalla prima proiezione tenutasi proprio a Torino, al Cinema Ideal, il Glocal ripropone Mimì metallurgico ferito nell'onore (Italia, 1972, 125’) di Lina Wertmüller che per l’occasione sarà proiettato in pellicola al Cinema Massimo MNC alle 20.30 (Via Verdi 18. Ingresso 6 euro, ridotto 4 euro).

Domenica 6 marzo alle 17.30, il Glocal Film Festival e il MAUTO invitano alla scoperta del mito della scuderia del cavallino rampante, la Ferrari, amata da milioni di tifosi e intramontabile oggetto del desiderio nato dal sogno di un bambino di nome Enzo. L’uomo dai proverbiali occhiali scuri ha dedicato la sua vita all’amore per l’automobile, tra successi e drammi, chiari e scuri, rosso e nero. Attraverso la sua voce e archivi d'epoca, il film ripercorre la carriera e la vita personale di uno degli italiani più famosi al mondo. Oltre alla leggenda.

Mimì Metallurgico

TORINO. Circo in pillole

  • 5 marzo h. 19:30 – Simone di Biagio in “Tempera” e Francesca Mari in “Tangle in the womb of a juggler”
  • 6 marzo h. 18:30 – Clara Storti in “Gretel”
  • Presso Spazio Flic, via Niccolò Paganini 0/200, Torino

Sabato 5 e domenica 6 marzo verranno presentate tre delle creazioni vincitrici delle ultime due edizioni di “Surreale”, call internazionale per artisti under 35 ideata e promossa dalla FLIC con il sostegno di Regione Piemonte e Ministero Italiano della Cultura.

Sabato 5 marzo si inizia con Francesca Mari e Simone Di Biagio che raccontano storie ed emozioni con i linguaggi del corpo, del movimento e della giocoleria. Domenica si prosegue con Clara Storti in “Gretel”, uno spettacolo sui segni magici e poetici delle fiabe raccontati attraverso danza e manipolazione di oggetti.

Gli spettacoli del 5 marzo sono consigliati per un pubblico a partire dagli otto anni di età e quello del 6 marzo dai cinque anni di età.

Biglietti: 15 € intero e 10 € ridotto acquistabili su mailticket.it o o presso la biglietteria in loco a partire da 1 ora prima dell’inizio. www.flicscuolacirco.it

unnamed (3)
Foto 1 di 6
unnamed (1)
Foto 2 di 6
unnamed (2)
Foto 3 di 6
unnamed (4)
Foto 4 di 6
unnamed (5)
Foto 5 di 6
unnamed
Foto 6 di 6

TORINO. Musei Reali

  • Sabato 5 e domenica 6 marzo 2022

Sabato 5 marzo alle ore 15.30 e domenica 6 marzo alle ore 11, le guide e gli storici dell’arte di CoopCulture conducono la visita Benvenuto a Palazzo lungo le sale di rappresentanza del primo piano di Palazzo Reale e dell'Armeria, per scoprire o riscoprire la storia e la magnificenza della prima reggia d’Italia. Il costo della visita è di € 7, oltre al biglietto di ingresso ridotto ai Musei Reali (€ 13 ordinario, € 2 da 18 a 25 anni, gratuito under 18). Biglietti online su Musei Reali di Torino | CoopCulture – e-mail info.torino@coopculture.it

Sabato 5 marzo alle ore 16 i visitatori possono ammirare in un itinerario unico gli appartamenti nuziali dei Principi di Piemonte e deiDuchi d’Aosta, situati al secondo piano di Palazzo Reale, allestiti tra il 1720 e il 1843.

Domenica 6 marzo alle ore 16 un affascinante tour attraversa le sale del primo piano di Palazzo Reale che affacciano sul Giardino Ducale e che conservano intatte le originali decorazioni settecentesche, tra le quali spiccano le pitture di Francesco De Mura e Laurent Pécheux: un susseguirsi di ambienti tra i più sorprendenti della residenza, utilizzati negli anni del re Carlo Alberto come appartamenti per i Principi Forestieri in visita alla corte torinese. Costo delle attività: € 20 (€ 13 per Abbonamento Musei). Biglietti online su Musei Reali di Torino | CoopCulture – e-mail info.torino@coopculture.it

Domenica 6 marzo alle ore 15.30 Animali favolosi Falchi, granchi, cani, volpi e tanti altri animali sono i protagonisti di simpatici racconti e allegre filastrocche che animeranno questa specialissima visita guidata alla mostra Animali dalla A alla Z. Alla fine del percorso a ciascun partecipante verrà consegnata una copia del libro "Zoostorie", contenente le storie raccontate durante l'attività e molte altre da leggere a casa con mamma e papà! Attività consigliata per bambine e bambini dai 6 ai 10 anni con prenotazione obbligatoria. Costo: € 10 a bambino, gratuito per gli accompagnatori. Info e prenotazioni: 011 19560449 – Musei Reali di Torino | CoopCulture – e-mail info.torino@coopculture.it

TORINO. Vivian Maier Inedita

  • Fino al 28 giugno 2022 - Musei Reali

Dal 9 febbraio fino al 26 giugno, le Sale Chiablese ospitano l’esposizione Vivian Maier Inedita con oltre 250 scatti, tra cui molti inediti, video Super 8 e oggetti personali della fotografa americana. Curata da Anne Morin, la mostra presenta anche una sezione dedicata alle fotografie che Vivian Maier realizzò durante il suo viaggio in Italia, in particolare a Torino e Genova. Dopo una prima tappa al Musée du Luxembourg di Parigi, l’esposizione arriva in Italia e ha come obiettivo quello di raccontare aspetti sconosciuti o poco noti della misteriosa vicenda umana e artistica della fotografa. Vivian Maier Inedita è o-organizzata da diChroma e dalla Réunion des Musées Nationaux - Grand Palais, prodotta dalla Società Ares srl con i Musei Reali e il patrocinio del Comune di Torino e sostenuta da Women In Motion, un progetto ideato da Kering per valorizzare il talento delle donne in campo artistico e culturale. Info: www.museireali.beniculturali.it

unnamed (32)
Foto 1 di 2
unnamed (33)
Foto 2 di 2

TORINO. Andy Warhol Super Pop

  • Fino al 27 febbraio 2022 - Palazzo Barolo

La mostra evento su Andy Warhol,  un affascinante viaggio nell’America degli anni ‘50, ‘60 e ‘70 alla scoperta di un’icona culturale e un’ispirazione per le nuove generazioni di artisti, curatori, registi, designer e  innovatori culturali di tutto il mondo. Dopo un tuffo nell’atmosfera dell’America degli anni ‘50 e ‘60, il percorso propone una panoramica sui concetti e sui momenti chiave della Pop Art, indagando alcune delle fasi principali della vita e della carriera dell’artista attraverso un ordine espositivo cronologico, che presenta una selezione unica, appassionante e rivelatrice di opere d’arte di Warhol e di fotografie storiche provenienti dall’archivio del fotografo Fred W. McDarrah, oggi MUUS Collection. Orari: Dal Martedì al Venerdì 10:00-17:30; Sabato e Domenica 10:00-18:30; Lunedì – chiuso. Biglietti: warholsuperpop.it

TORINO. Fattori. Capolavori e aperture sul '900

  • Fino al 20 marzo 2022 - Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Via Magenta 31, Torino

La Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino ospita per la prima volta nei suoi spazi una grande retrospettiva dedicata all’opera di Giovanni Fattori (Livorno 1825 - Firenze 1908), uno dei maestri assoluti dell’Ottocento italiano che seppe interpretare in modo originale e innovativo tanto i temi delle grandi battaglie risorgimentali quanto i soggetti legati alla vita dei campi e al paesaggio rurale a cui seppe infondere, analogamente ai ritratti, nuova dignità e solennità.

Il percorso espositivo, che presenta oltre 60 capolavori dell’artista livornese, tra cui tele di grande formato, preziose tavolette e una selezione di acqueforti, si articola in nove sezioni e copre un ampio arco cronologico che dal 1854 giunge al 1894, dalla sperimentazione macchiaiola e da opere capitali degli anni Sessanta e Settanta fino alle tele dell’età matura, che ne rivelano lo sguardo acuto e innovatore, capace di aperture sull’imminente ’900. Info: 011.4429518; gam@fondazionetorinomusei.it

Invedetta
Foto 1 di 3
La signora Martelli(1)
Foto 2 di 3
Soldati francesi(1)
Foto 3 di 3

TORINO. Abitare a Bellavista. Un Quartiere Olivetti

  • Fino al 21 marzo 2022 - Torino Urban Lab, piazza Palazzo di Città 8f

La mostra curata dall’Associazione Archivio Storico Olivetti con Torino Urban Lab documenta, attraverso il caso studio del quartiere Bellavista a Ivrea, l’abitare e l’uso degli spazi pubblici in un contesto eccezionale, in cui conservazione e valorizzazione del patrimonio architettonico e urbano olivettiano si coniugano con le esigenze e le dinamiche di una comunità di abitanti ormai diversa da quella per la quale il quartiere è stato realizzato tra anni ’50 e ’60. Un’occasione per mettere in luce buone pratiche, opportunità e questioni aperte, per portare all’attenzione del pubblico le sfide e le possibili soluzioni che la conservazione di un prezioso patrimonio costruito pone alla vita delle città contemporanee. Info: urbanlabtorino.it

TORINO. Photocall. Attrici e attori del cinema italiano: la mostra al Museo del Cinema

  • Fino al 7 marzo 2022 - Museo del Cinema Italiano

Il Museo Nazionale del Cinema, in collaborazione con l’Università degli Studi di Torino, rende omaggio al cinema di ieri e di oggi con “Photocall. Attrici e attori del cinema italiano”. La mostra fotografica ripercorre oltre un secolo di cinema italiano attraverso i corpi e i volti delle attrici e degli attori che lo hanno reso famoso in tutto il mondo. In esposizione immagini, apparecchi, riviste e brochure, insieme alle immagini di fotografi contemporanei come Stefano Guindani, Riccardo Ghilardi, Sabina Filice, Philippe Antonello, Stefano Montesi, al progetto Giant Polaroid di Claudio Canova e alle opere di Marco Innocenti: oltre 250 riproduzioni fotografiche, 71 stampe originali e più di 150 scatti nelle video gallery. La mostra si estende alla cancellata della Mole Antonelliana e al cortile dell’Ateneo dell’Università di Torino. Info: 0118138561 - info@museocinema.it

NICHELINO, STUPINIGI Le Signore della Corte

  • Domenica 6 marzo, ore 15.45 - Palazzina di Caccia di Stupinigi, piazza Principe Amedeo 7, Stupinigi - Nichelino (TO)

Per la Festa della Donna un omaggio alle figure femminili che hanno abitato la Palazzina di Caccia di Stupinigi

Principesse, regine, dame di corte, istitutrici, femme de chambre, inservienti. Per la Festa della Donna, la Palazzina di Caccia di Stupinigi rende omaggio, domenica 6 marzo, alle figure femminili che hanno caratterizzato la sua storia con la visita guidata “Le Signore della Corte”.

Prezzo visita guidata: 5 euro - Biglietto: intero 12 euro, ridotto 8 euro - Gratuito minori di 6 anni, possessori di Abbonamento Musei Torino Piemonte e Royal Card

www.ordinemauriziano.it - Prenotazione obbligatoria per la visita guidata (entro venerdì) al numero: 011 6200634

NICHELINO, STUPINIGI. Steve McCurry - Animals 

  • Fino all'1 maggio 2022 - Palazzina di Caccia

Il maestro dell’uso del colore, dell’empatia e dell’umanità, volge lo sguardo ai nostri compagni di viaggio più fedeli. Nasce così “ANIMALS”. La mostra arriva per la prima volta in Piemonte, presso le antiche cucine della Palazzina di Caccia di Stupinigi. In mostra gli animali saranno protagonisti di sessanta scatti iconici, che racconteranno al visitatore le mille storie di una vita quotidiana dove uomo e animale sono legati indissolubilmente. Orari mostra: Martedì – Venerdì 10.00 – 17.30; Sabato – Domenica 10.00 – 18.30; Lunedì CHIUSO. Biglietti: www.mostramccurry.com

VENARIA REALE. Igloo di Mario Merz

  • Fino al 30 marzo 2022 - Reggia di Venaria

Nel periodo in cui Torino celebra l’arte contemporanea, la Venaria Reale desidera valorizzare e arricchire la propria collezione di arte contemporanea ospitando, presso i resti archeologici della Fontana del Cervo nella Corte d’Onore, un Igloo (1998) di Mario Merz.
L’opera, realizzata per il Parco di Museu Serralves di Porto, si lega fortemente all’ambiente naturale e a quello dei Giardini della Reggia, attraverso l’impiego delle fascine, e in particolare al contesto della Fontana del Cervo, con la presenza maestosa di un cervo sulla sommità della struttura, sul cui fianco è attaccato un numero di Fibonacci di neon.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter